Accedi

Catalogna

Puigdemont proclama l'indipendenza, ma la sospende subito per favorire dialogo

Domani riunione di emergenza del governo spagnolo
Roma, 10 Oct 2017 17:51:00
fonte: ilVelino/AGV NEWS
Indipendenza della Catalogna proclamata e subito sospesa per favorire il dialogo con lo stato spagnolo. E’ questo il messaggio lanciato dal primo ministro catalano Carles Puigdemont “perché in questo momento serve a ridurre la tensione". Il capo del governo locale nel suo discorso di fronte al Parlamento di Barcellona non ha lesinato critiche al governo centrale. "Abbiamo visto una situazione estrema – ha detto -, è la prima volta nella storia della democrazia europea che una giornata elettorale si snoda tra le violenze della polizia". "Voglio ricordare – ha proseguito - tutti quelli che sono rimasti feriti. Le loro immagini rimarranno per sempre. Ci sono persone preoccupate, colte dallo sgomento di ciò che è accaduto e che potrebbe accadere". Puigdemont ha ringraziato “tutti coloro che hanno permesso si realizzasse il referendum. Chi ha votato sì, chi ha votato no, chi ha votato scheda bianca. Tutti lo hanno reso possibile". "Non siamo delinquenti, non siamo pazzi, non siamo golpisti – ha poi detto -, siamo gente normale che chiede di poter votare". Poi le critiche esplicite al sovrano spagnolo. "Speravamo che re Felipe potesse fare da mediatore, visto che nessuna istituzione centrale si apre al dialogo con la Catalogna – ha sottolineato -. Ma con il suo discorso della scorsa settimana ha dimostrato che questa ipotesi è persa". Puigdemont quindi, dopo aver rimarcato che "quello che presenterò qui è il risultato del primo ottobre, non una mia decisione personale, è la volontà del governo che presiedo, che ha mantenuto l'impegno di convocare il referendum e analizzare gli eventi successivi" ha pronunciato la frasi decisiva. "Come presidente della Generalitat - ha detto -, assumo il mandato perché la Catalogna si converta ad una Repubblica indipendente". Per poi aggiungere subito dopo che l’indipendenza è appunto sospesa a tempo indeterminato. Ma nel frattempo una riunione di emergenza del governo spagnolo è stata convocata per domani.