Accedi

Siccità

Siccità, Lanzalone (Acea): Entro l’estate del 2018 stop a captazioni da Lago di Bracciano

Al via piano da 800 cantieri in un mese per recuperare le perdite idriche. Già recuperati in tre mesi 700 litri al secondo. Prosegue il monitoraggio dei 5.400 chilometri della rete
Siccità, 01 Aug 2017 12:36:00
fonte: ilVelino/AGV NEWS
“Con un investimento di 80-100 milioni di euro entro la prossima estate recupereremo circa 1 mila litri al secondo di perdite idriche. Praticamente la quantità che stavamo captando dal Lago di Bracciano prima della crisi, che era pari a 1.100 litri al secondo”. Lo ha detto il presidente di Acea Luca Alfredo Lanzalone a margine dell’audizione di Utilitalia (l’Associazione delle imprese idriche, energetiche e ambientali) di fronte alla commissione Ambiente della Camera. Una risposta immediata a quanto richiesto dal ministro Galletti poche ore prima che aveva auspicato un “lavoro duro” da parte di Acea entro fine estate.

“Grazie a questo – ha proseguito Lanzalone - entro la prossima estate non sarà più necessario captare dal lago di Bracciano. In tre mesi abbiamo già recuperato 700 litri al secondo. In questo periodoi, da quando è arrivato il nuovo management, della rete idrica della Capitale - che è pari a 5.400 chilometri -, “abbiamo monitorato con le tecniche più innovative, come la fibra ottica, circa 3 mila chilometri. Entro la fine dell’anno finiremo tutto”.
“Stiamo avviando interventi massivi con 200 cantieri a settimana per le prossime quattro settimane. Un lavoro che ci permetterà di ridurre al massimo la dispersione nella rete. Il nostro obiettivo è fare tutto quanto il possibile per arrivare all’appuntamento di fine agosto con la migliore situazione da presentare al governo, alla Regione e a Bracciano”.
“Certamente – ha proseguito il presidente dl Acea – non possiamo avere garanzia che riusciremo a supplire integralmente all’eventuale stop di Bracciano. Dobbiamo vedere cosa succede in termini di piovosità e quanto risulterà dall’apertura dei cantieri e quale sarà la situazione del Lago dove stanno facendo un monitoraggio molto pesante sulle captazioni abusive”. In merito agli investimenti sulla rete richiesti dal ministro nella stessa commissione Ambiente, il presidente Acea ha sottolineato come siano già previsti “dalle linee industriali del piano industriale presentato al cda e, venerdi’ scorso, alla comunità finanziaria”.