Accedi

Esteri

Usa, scontri e feriti a manifestazione suprematisti bianchi: proclamato stato emergenza

Protesta contro la rimozione della statua del generale Lee. Trump: non c'è posto per questo genere di violenze
Roma, 12 Aug 2017 17:14:00
fonte: ilVelino/AGV NEWS
Centinaia di 'suprematisti' bianchi continuano a manifestare in Virginia contro la rimozione della statua del generale Robert Lee, il generale che guidava le forze confederate e pro schiavitù nella Guerra Civile americana. Scontri e tensioni si sono registrati a Charlottesville, tra esponenti dell'estrema destra Usa e manifestanti antirazzisti. Secondo la Cnn molti sarebbero gli arresti e almeno due i feriti. I 'suprematisti', al grido di 'white lives matter' hanno organizzato una marcia chiamata 'Unite the right'.E hanno sfilato nel campus universitario della città con in mano torce, evocando le adunate del Ku Klux Klan. La polizia ha ordinando ai manifestanti di disperdersi. Il governatore della Virginia ha messo in allerta la Guardia Nazionale nel caso la situazione peggiorasse e ha proclamato lo stato di emergenza."Dobbiamo essere tutti uniti contro l'odio. Non c'è posto per questo genere di violenze in America. Reagiamo come un sol uomo". Lo scrive via Twitter il presidente Usa, Donald Trump.