Accedi

Sicilia

Il fondatore dei pentastellati polemizza coi cronisti: “Vi mangerei tutti per il gusto di vomitarvi”
Roma, 19 Sep 2017 15:25:00
fonte: ilVelino/AGV NEWS
“Giancarlo Cancelleri era, è e sarà il candidato presidente del MoVimento 5 Stelle”. Il blog di Beppe Grillo rassicura i fan pentastellati: in Sicilia non si torna indietro, Cancelleri resta candidato alla presidenza della regione, nonostante lo stop dei giudici. Il tribunale di Palermo ha sospeso le “regionarie” del M5S a seguito del ricorso presentato dall'attivista Mauro Giulivi, escluso per non aver sottoscritto in tempo il codice etico del Movimento. Il giudice, Claudia Spiga, ha sospeso il provvedimento di individuazione dei 16 candidati più votati a Palermo, inseriti nella lista per l'Assemblea regionale, riammettendo Giulivi alla corsa e così riaprendo all’attivista la strada del secondo turno (vinto da Cancelleri).

Tutta da rifare la corsa per la candidatura alla presidenza della Regione? No, tutto resta come prima, dice il M5S: dal blog del fondatore Grillo è lo stesso Cancelleri a confermare la linea pentastellata. “Alla luce del decreto del Tribunale civile di Palermo, il MoVimento 5 Stelle annuncia che esercitando un suo diritto farà ricorso per far valere le proprie ragioni. I tempi per aspettare la fine del procedimento e per rinnovare le votazioni purtroppo non ci sono più”. Dunque “il MoVimento 5 Stelle sarà presente alle regionali siciliane del 5 novembre con il sottoscritto, Giancarlo Cancelleri, candidato alla Presidenza della Regione e con la lista, a me collegata, votata dagli iscritti il 4 luglio 2017".



Incalzato dai cronisti sul caso siciliano, sulla corsa sostanzialmente solitaria di Luigi di Maio a candidato premier del M5S nonché sulle difficoltà del sindaco Virginia Raggi a Roma, Beppe Grillo ha risposto a brutto muso: “Vi mangerei tutti per il gusto poi di vomitarvi. Voi siete i principi del pettegolezzo, non mi coinvolgerete”. E ancora, sempre rivolgendosi ai cronisti: “Un minimo di vergogna la percepite per il mestiere che fate o no?”. Il fondatore del M5S ha stoppato le domande anche sulla gestione Raggi, segnalando ai giornalisti che a Roma ci sono “dirigenti che creano solo trappole”.