Accedi

Migranti

Il Presidente del Senato col ministro Fedeli alla Porta d'Europa per non dimenticare la strage del 2013
Roma, 03 Oct 2017 10:13:00
fonte: ilVelino/AGV NEWS
“Lampedusa è un luogo dove si è fatta la storia del fenomeno dell’immigrazione. Ciò che accade qui è l'immagine di quello che sarà nel resto dell'Europa. Lampedusa è quindi un esempio, un modello da imitare e da seguire”, ha detto il Presidente del Senato Pietro Grasso a Lampedusa con il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli in ricordo della strage in mare del 3 ottobre 2013, una delle più terribili, 368 i migranti morti accertati. “Forse non tutti in Italia ricordano l'articolo 10 della nostra Costituzione, quello che sancisce un diritto universale, il diritto d'asilo allo straniero al quale, nel suo paese, sia impedito l'esercizio della libertà. E allora non solo chi fugge dalla guerra, ma anche chi scappa dalla povertà, dalla fame, dalla violenza ha diritto d'asilo. Io oggi sono qui per ribadire la volontà delle istituzioni tutte ad andare avanti su questa strada. Per realizzare questo sogno dei nostri padri costituenti si deve camminare molto, sulle nostre e sulle vostre gambe”, ha aggiunto Grasso che ha dato il via alla marcia verso la Porta d'Europa, il monumento all'immigrazione che, ha sottolineato, “deve essere considerato come l'inizio e non la fine dell'Europa”.