Accedi

Trasporti

Trasporti, Italo: confermate tappe bus a Trento e Rovereto

Italobus continua a espandere il proprio network. Le due città trentine collegate quotidianamente con i bus Italo da Verona Porta Nuova
Roma, 20 Mar 2017 11:27:00
fonte: ilVelino/AGV NEWS
Due nuove tappe per Italobus. Dopo il successo riscosso – spiega NTV in una nota - dal servizio stagionale (27 gennaio – 2 aprile) messo a disposizione per facilitare gli spostamenti verso 8 località del Trentino, consentendo di godersi la settimana bianca viaggiando con Italo, ora Trento e Rovereto entreranno definitivamente nel network Italobus. Grazie al sistema di trasporto integrato rotaia – gomma, lanciato da NTV a dicembre 2015, a partire dal 3 aprile infatti i viaggiatori Italo potranno quotidianamente raggiungere le città di Rovereto e di Trento. In questo modo i passeggeri potranno godersi il viaggio in treno e poi in bus (o viceversa), acquistando un unico biglietto valido per entrambi i mezzi. Ogni giorno ci saranno 4 collegamenti Italobus: 2 che da Trento e Rovereto collegheranno i viaggiatori al network Alta Velocità servito da Italo, e altri 2 che consentiranno di raggiungere le località trentine. Chi vorrà partire da Trento potrà prendere un Italobus alle 6:15 (alle 6:50 da Rovereto) per arrivare alla stazione di Verona Porta Nuova e prendere il treno Italo delle 8:17 per raggiungere Bologna, Firenze e Roma. L’altra corsa Italobus partirà da Trento alle 16:15 (fermata intermedia a Rovereto alle 16:50) e permetterà ai viaggiatori di prendere il treno in partenza da Verona alle 18:17, che fermerà a Bologna, Firenze, Roma e Napoli.

Per raggiungere Trento e Rovereto invece ci sarà un Italobus che partirà da Verona Porta Nuova alle 10:45 (arrivo a Rovereto alle 11:50, a Trento alle 12:25) e un altro che partirà alle 18:45 (per arrivare a Rovereto alle 19:50, a Trento alle 20:25). Trento e Rovereto, oltre che essere rinomate per i propri impianti sciistici, sono mete di numerosi turisti anche per le proprie bellezze artistiche e le proprie tradizioni enogastronomiche. A Trento si può infatti visitare la Cattedrale di San Vigilio, il Palazzo delle Albere e la Fontana dell’Aquila in Piazza del Duomo; a Rovereto, oltre che ammirare il lavoro artigianale di rinomati produttori di strumenti musicali (su tutti liuti e pianoforti), si possono gustare i diversi vini provenienti dalla Vallagarina. Questi nuovi collegamenti testimoniano – conclude la nota - la volontà di Italo di essere sempre più presente sul territorio nazionale, avvicinando all’alta velocità le diverse zone del Paese. Dalla partenza del progetto Italobus (dicembre 2015) a oggi il network è costantemente cresciuto: attualmente dalla stazione di Reggio Emilia AV Mediopadana si può arrivare a Parma, Cremona, Modena, Carpi e Mantova; da Milano Rogoredo si viaggia fino a Bergamo, Capriate e l’aeroporto di Orio al Serio; da Salerno si raggiungono Picerno, Potenza, Ferrandina, Matera, Taranto e dall’8 aprile Cosenza.