Accedi

Montenegro

Montenegro, Pence: Mosca ha tentato di attaccare il Parlamento

Secondo il vicepresidente degli Stati Uniti la Russia avrebbe pure cercato di uccidere il primo ministro di Podgorica
Mosca, 02 Aug 2017 13:32:00
fonte: ilVelino/AGV NEWS/Sputnik
Il vicepresidente americano Mike Pence ha accusato la Russia di aver tentato di attaccare il Parlamento montenegrino e di assassinare il primo ministro del Paese per dissuadere Podgorica dall'adesione alla Nato. “La Russia continua a cercare di ridefinire i confini internazionali con la forza e qui nei Balcani occidentali ha lavorato per destabilizzare la regione, sconvolgere le democrazie esistenti e dividerle tra di loro e dal resto dell'Europa.

Le intenzioni della Russia sono state scoperte l’anno passato quando Mosca ha cercato di rovinare le elezioni in Montenegro, di attaccare il Parlamento e persino di assassinare il suo primo ministro per dissuadere i cittadini montenegrini dall'entrare nella Nato” ha dichiarato Pence in un discorso al vertice della Carta adriatica in Montenegro.

US Vice President Mike Pence accused Russia on Wednesday of trying to attack the Montenegrin parliament and attempting to assassinate the country’s prime minister to dissuade Podgorica from joining NATO. "Russia continues to seek to redraw international borders by force, and here in the Western Balkans Russia has worked to destabilize the region, undermine your democracies and divide you from each other and from the rest of Europe.

Russia’s intentions were laid bare over the past year when Moscow backed agents, sought to disrupt Montenegro’s elections, attack your parliament and even attempt to assassinate your prime minister to dissuade Montenegrin people from entering our NATO alliance," Pence said in an address at the Adriatic Charter Summit in Montenegro.