Accedi

Editoria gara Ue

Editoria gara Ue, Anzaldi: si punti a bando Ue non appetibile per agenzie straniere

Il componente della commissione Vigilanza al VELINO: occorre puntare su clausola salvaguardia per lavoratori
Roma, 09 Mar 2017 18:22:00
fonte: ilVelino/AGV NEWS
La definisce “una situazione delicata” il componente della Commissione Vigilanza Michele Anzaldi quella delle agenzie di stampa italiane e del bando europeo. “Una situazione delicata, per cui ho chiesto chiarimenti a palazzo Chigi dal quale mi hanno spiegato che, dopo aver chiesto diversi pareri legali, era risultato obbligatorio il bando UE. Però auspico – precisa Anzaldi – che sia difficile la partecipazione straniera in virtù della specificità italiana e quindi spero che il bando tenga conto di questo”.



“L’informazione primaria – prosegue poi Anzaldi - è l'unica che non può essere copiata e che ha senso smentire, dunque si tratta di un'eccellenza molto specializzata che va tutelata nell'interesse comune. Sarebbe opportuno che nel bando - qualunque cosa avvenga - sia prevista una clausola di salvaguardia con l'impegno di mantenere le eccellenze che lavorano”. Anche perché “i primi a essere penalizzati sarebbero la politica e la comunicazione delle istituzioni”.  L'abilità di un buon amministratore, conclude, “è quello di applicare la legge, in questo caso il bando UE, studiandolo in modo tale che sia più conveniente possibile per tutti gli attori interessati”.