Accedi

Cannabis

Cannabis, Direzione Antimafia favorevole a legalizzazione: Aiuta lotta al narcotraffico

Il parere della Dna in un documento relativo alle proposte di legge in discussione a Montecitorio
Roma, 05 Jul 2016 15:53:00
fonte: ilVelino/AGV NEWS
"Parere positivo per tutte le proposte di legge che mirano a legalizzare la coltivazione, la lavorazione e la vendita dei cannabis e dei suoi derivati". È il giudizio della Direzione nazionale antimafia all'esame dei dodici progetti legislativi all'esame della commissione Giustizia e Affari sociali della Camera, il cui approdo in Aula è previsto per il prossimo 25 luglio. Secondo la Dna, infatti, la legalizzazione "se correttamente attuata" potrebbe portare una serie di effetti positivi per lo Stato. Su tutti, mediante la depenalizzazione, "una rilevante liberazione di risorse umane" delle forze dell'ordine, l'alleggerimento del carico dei processi nei tribunali, "una perdita secca" di risorse per le mafie e il sottobosco criminale che detiene il monopolio del traffico e guadagni in termini di accise. Ma oltre a questo per l'Antimafia ci sarebbe anche un contraccolpo sulla produzione di cannabis in Afghanistan, controllata dal terrorismo islamico.

Tutta una serie di fattori che, sommati fra loro, potrebbero secondo la Dna portare a un autentico rilancio del contrasto al narcotraffico, sia sotto il punto di vista dei danni che provoca alla salute pubblica "attraverso la diffusione di droghe pesanti e sintetiche" e all'economica sana "attraverso il riciclaggio" di denaro sporco. In realtà si tratta di una novità fino a un certo punto, perché già nelle ultime due relazioni annuali, come ricordano i Radicali italiani, da sempre attivi sul fronte della legalizzazione, aveva invitavato a valutare provvedimenti di "depenalizzazione": in ogni caso adesso, a detta del segretario Riccardo Magi, "non ci sono più scuse se anche l'organo maggiormente interessato nel contrasto della criminalità organizzata si esprime così nettamente".