Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Interni, No Tav

“Manfrina è finita”, sabato tutti al cantiere

Il comitato ribadisce che “non c'erano e non ci sono governi amici”. Quella dei 5 Stelle in Parlamento sarà una “sceneggiata”. Sabato protesta al cantiere.
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di glv

“Non c’erano e non ci sono governi amici, l’abbiamo sempre saputo! Dopo la diretta Facebook del Presidente Conte c’è finalmente chiarezza e come abbiamo sempre sostenuto: amici dalle parti del governo non ne abbiamo mai avuti. La manfrina di tutti questi mesi giunge alla parola fine e il cambiamento tanto promesso dal governo, getta anche l’ultima maschera, allineandosi a tutti i precedenti”. Lo spiega un comunicato stampa del comitato No Tav. Non farlo costerebbe più che farla? “E’ solo una scusa per mantenere in piedi il governo e le poltrone degli eletti, sacrificando ancora una volta sull’altare degli interessi politici di pochi, il futuro di molti”.

“Ci chiediamo ora – si legge ancora – cosa faranno tutti quelli del Movimento 5 stelle che al parlamento si sono detti notav, ci chiediamo se avranno coraggio e coerenza o, come per altri punti politici tanto cari, che non si sono rivelati tali, faranno finta di niente tirando a campare. Ma per coraggio e coerenza non intendiamo la sceneggiata già pronta da tempo, e che la mossa di Conte conferma, di portare il voto in un Parlamento dove il voto è già scontato e dove il Movimento 5 stelle voterebbe contro, tentando di salvarsi la faccia dicendo ‘siamo coerenti, abbiamo fatto tutto il possibile’”. “Dimostreremo fin da subito la nostra vitalità, con il festival Alta Felicità che prenderà il via giovedì portando migliaia di notav nella nostra Valle, e che porteremo tutti insieme – conclude la nota – a vedere il cantiere sabato pomeriggio!”