Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Cultura

Cultura, Muro: “Tutto pronto per la prima del Giffoni VR Experience”

Il Co-Founder di Giffoni Innovation Hub: "Tutto l'anno portiamo il nostro progetto in giro per l'Italia"
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

“Anche quest’anno ci saranno i migliori giovani talenti dell’Innovazione all’interno della rassegna Next Generation”. Lo dice a Il Velino Antonino Muro Co-Founder e account manager di Giffoni Innovation Hub. “Col tempo, la nostra offerta formativa è riuscita ad incuriosire e interessare anche scuole elementari, medie e superiori. Giriamo le scuole di tutta Italia e portiamo il nostro progetto in tante scuole. Attraverso il lavoro che viene svolto all’interno dei laboratori, pensati sulla base degli indirizzi scolastici, cerchiamo di far emergere il talento creativo che ogni ragazzo ha in sé”. Cosa c’è dietro le quinte dell’universo giovanile? “Per scoprirlo bisogna avere la capacità di andare oltre e  interrogarsi, ad esempio, su quello che c’è dietro ad un videogame. In quanti, osservando i propri figli giocare con un videogioco, riescono ad intuire il lavoro che c’è dietro, qual è l’idea base che un team di esperti ha sviluppato per crearlo? Non è solo questione di business, c’è una strategia, c’è un’idea che può tradursi in uno strumento di crescita. Analizzarla può darci una mano ad avvicinarci al mondo dei ragazzi per indagarne le emozioni, le sensazioni e le informazioni che vivono o recepiscono nel quotidiano”. Qual è la novità a cui avete pensato quest’anno? “Ci sarà per la prima volta una sezione sulla virtual reality: all’interno del nostro stand dal 19 al 27 luglio, tutti potranno visionare le 10 opere che abbiamo selezionato e farsi un’idea chiara di cosa si tratta”. Laboratori, work shop, innovazione, cinema cos’è realmente il mondo Giffoni? “Giffoni è un microcosmo che vive 365 giorni all’anno e le iniziative della rassegna lo racchiudono e raccontano. Penso al Dream team che è punta diamante per i giovani talenti, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, dell’innovazione digitale che arrivano da noi, da ogni angolo del pianeta, con la voglia di mettersi in gioco e per formarsi”. E i più piccoli? “Con loro si fa un lavoro di educazione alla tecnologia – ha aggiunto Muro con entusiasmo –  all’innovazione, all’intelligenza tecnologica, ci interessa che capiscano che Google è uno strumento utile se usato con consapevolezza”.