Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Cultura

Cultura, Tesauro: “La nostra Giffoni Innovation Hub è la prova che in Campania si può fare”

Il CEO e Co-Founder dell’agenzia: “Durante il Festival diamo spazio ai talenti di tutto il mondo”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

“In questi anni partendo dal marchio Giffoni abbiamo creato una realtà che riesce a coordinarsi e mettere in rete aziende, grandi brand, scuole e giovani di tutte le età. Fare impresa in Campania è difficile, ma non impossibile. La nostra Giffoni Innovation Hub ne è la prova”. Così a Il Velino, Luca Tesauro, CEO e Co-Founder di Giffoni Innovation Hub.

“La scelta di impegnarsi qui, nel nostro territorio – ha spiegato Tesauro – è nata dall’impulso di accettare la sfida di costruire qualcosa per le future generazioni, per mia figlia che oggi ha 4 anni. Questo è un progetto che può continuare a crescere, oggi abbiamo sedi anche a Napoli, Milano e San Paolo in Brasile, lavorare in Campania significa attrarre grandi aziende, investimenti, far conoscere una realtà che non è poi così indietro come molti pensano. La nostra è tra le regioni con il maggior numero di start-up in Italia. Questo non è solo un progetto individuale – ha spiegato il CEO e Co-Founder di Giffoni Innovation Hub – ma fondamentale anche per l’economia del nostro Paese. Quando parliamo di cyberbullismo, innovazione, uso intelligente delle tecnologie, mettiamo al centro del nostro lavoro non solo i ragazzi, ma anche grandi investimenti. Attraverso finanziamenti di privati e di enti pubblici, creiamo economia per il nostro Paese e opportunità per i giovani che desiderano crescere in questo ambito”.  “Il 75% dei nostri dipendenti è under 35 – ha aggiunto Tesauro – e possiamo continuare a crescere seguendo un po’ il solco disegnato da Gubitosi. Non ci siamo fermati alle settimane di luglio, noi giriamo per le scuole di tutta Italia, presentiamo i nostri progetti, diamo voce agli studenti di ogni età dimostrando loro che si può fare. E’ imporante viaggiare e conoscere nuovi Paesi, ma non voglio che mia figlia sia costretta a lasciare questa nostra straordinaria regione per seguirmi in tutto il mondo. Vorrei che potesse realizzarsi qui, tra i nostri beni culturali, la Costiera Amalfitana, Napoli, i musei e le nostre tradizioni. Gli accordi con grandi aziende come Apple, Google e numerosi incubatori che hanno deciso di investire in Campania, sono piccole gocce che possono, passo dopo passo, realizzare qualcosa di unico, opportunità di lavoro, creare rete tra studenti e hub.

Anche grazie all’impegno dell’assessore alla Regione Campania Fascione verso una vera e propria ‘Policy’ a favore di imprese e privati, abbiamo messo insieme grandi aziende e piccoli soggetti, per fortificare il sistema”. Competenza ed energia che i soci di Giffoni Hub hanno messo per l’appuntamento ormai consolidato della rassegna ‘Next Generation’: “il 25 luglio ci sarà una giornata di confronto tra istituzioni, imprese e fondazioni. Coinvolgeremo i 40 ragazzi del ‘dream team’ per lavorare a tematiche specifiche come realtà virtuale, blockchain, gamification ei intelligenzaartificiale. Durante il Festival diamo la possibilità ai giovani che si mettono in gioco di formarsi e presentare i loro progetti. Direi che è questa la mia mission impossible: creare opportunità per i giovani talenti di tutto il mondo”.