Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Musica, Battelli: “Falsità su biglietti nominali, si ostacola cambiamento per pure logiche di mercato”

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di onp

“A giudicare dalla levata di scudi in questa estate infuocata, la legge del M5S per il contrasto al secondary ticketing, entrata in vigore appena una settimana fa, deve aver fatto davvero rumore negli ambienti musicali. Ciò che spiace, e lo dico in primis al mio amico Spera, è che manchi la volontà di darle una possibilità, di metterla alla prova, di favorire questo cambiamento culturale invece di opporgli resistenza. Spiace che i diritti degli spettatori ad avere strumenti in più per il contrasto al bagarinaggio vengano messi in secondo piano rispetto alle logiche di mercato”. Lo dichiara, in una nota, il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera Sergio Battelli primo firmatario della norma contro il secondary ticketing.

”Ad Assomusica voglio dire che i controlli ai grandi eventi esistono da tempo, non sono una novità introdotta dalla legge. E le code ai concerti ci sono sempre state, fa parte del gioco. Ci sarà da aspettare qualche secondo in più? Direi che se servirà ad abbattere il bagarinaggio e garantire più sicurezza saranno dei secondi ben spesi” prosegue Battelli.

”Assomusica se ne faccia una ragione, grandi eventi con il biglietto nominale hanno fatto registrare il sold out e non ci sono stati grossi problemi segnalati dagli spettatori. Anche sul cambio nome e sulla possibilità di regalare i biglietti leggo falsità e fake news. Ecco perché invito tutti i contestatori a rileggere il regolamento. Il biglietto può tranquillamente essere regalato e cambiato se si è impossibilitati a partecipare. E il fatto che le procedure di cambio passeranno dall’Agenzia delle Entrate sarà una garanzia, non un aggravio per gli spettatori” spiega ancora Battelli.

”Quanto al presunto aumento del costo dei biglietti ho già detto che non ci sono termini di paragone: ogni evento ha un costo a sé. Noi lavoriamo per fermare i bagarini e i truffatori ed appellarsi al costo del biglietto è semplicemente vergognoso. Ci saranno 10 milioni di persone che finalmente potranno comprare il biglietto a prezzo reale. Ecco perché andiamo avanti, convinti che questa legge, insieme a un controllo sistematico e all’oscuramento delle piattaforme secondarie che rivendono biglietti a prezzi gonfiati, possa finalmente contenere il bagarinaggio fisico e online” conclude Battelli.

Notizie correlate