Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Libia: governo Sarraj valuta il rilascio di tutti i migranti ospitati nei centri di detenzione

Lo ha reso noto il ministro dell’Interno libico Fathi Bashagha: “a loro sicurezza non può essere garantita”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di der

Il governo libico, presieduto del premier Fayez al Sarraj, “dopo il massacro a Tajoura sta considerando il rilascio di tutti i migranti nei centri di detenzione, perché la loro sicurezza non può essere garantita”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Fathi Bashagha, rilanciato dal giornale online The Libya Observer.  Attualmente il governo libico sostenuto dall’Onu sta valutando la chiusura dei centri e il rilascio dei migranti illegali. Il motivo è “la volontà di tutelare le loro vite e della loro sicurezza”, si afferma in un post sulla pagina Facebook del ministero libico che riferisce su un incontro avuto dal ministro dell’Interno con il coordinatore umanitario dell’Onu in Libia, Maria Ribeiro. Il ministro dell’Interno libico ha spiegato che “il governo di accordo nazionale è tenuto a proteggere tutti i civili, ma il fatto che vengano presi di mira i centri di accoglienza da aerei F16 e la mancanza di una protezione aerea per i migranti clandestini” non rientrano nelle capacità del governo. Il riferimento è alla strage dei migranti avvenuta nella notte tra martedì e mercoledì a Tajoura.