Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Tassa Soggiorno, Castelli: Inserite in Decreto Crescita norme per favorire la riscossione

"Probabili gli effetti positivi sul gettito finanziario dei Comuni”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di com/fch

“Le Amministrazioni si aiutano anche favorendo la riscossione delle imposte, come quella di Soggiorno, introdotta da circa 900 Comuni, che ha un tasso di evasione che in alcuni casi supera il 50% di quella dovuta”. Così il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli. “All’interno del Decreto Crescita – ha aggiunto il Vice Ministro – abbiamo inserito una norma che tende a semplificare le modalità operative per le Pubbliche Amministrazioni, chiamata a verificare l’attuazione delle disposizioni. La stessa, pur non prevedendo ulteriori oneri e incombenze per gli esercenti, rappresenterà un importante effetto deterrente contro l’evasione. I dati delle comunicazioni trasmessi dalle strutture ricettive ai sensi dell’articolo 109 del TU delle legge di pubblica sicurezza saranno resi disponibili per l’Agenzia delle entrate, in forma anonima e aggregata. La stessa Agenzia ne consentirà il successivo utilizzo ai comuni che hanno istituito l’imposta di soggiorno e il contributo di soggiorno”.

“Dall’attuazione di questa norma, che avverrà con l’emanazione di un Decreto Ministeriale, gli enti impositori – conclude – acquisiranno elementi utili per l’attività di accertamento e di recupero del mancato gettito, con probabili effetti positivi quello finanziario, che potrà essere  destinato a finanziare interventi in materia di turismo, manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali locali e dei relativi servizi pubblici locali”.

Notizie correlate