Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Libia, migliaia di persone in fuga da inondazioni che hanno colpito area sudoccidentale

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di gat

Più di 2.500 libici sono stati costretti ad abbandonare le proprie case in seguito alle intense piogge che hanno provocato inondazioni devastanti nella città di Ghat, a circa 1.300 km a sudovest di Tripoli. Le precipitazioni, cadute a partire dal 28 maggio, hanno già provocato la morte di quattro persone, mentre altre trenta risultano ferite. L’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, sta assicurando l’invio immediato di aiuti nell’area.


Molte persone sono state costrette a trasferirsi da parenti, mentre altre hanno trovato riparo in alloggi temporanei, quali scuole e altri edifici pubblici.


Il flusso delle inondazioni ha causato gravi danni alle infrastrutture. Molte delle strade principali sono bloccate e danneggiate. L’unico ospedale di Ghat è stato allagato.


Le telecomunicazioni sono interrotte da giorni. In alcune aree, abitazioni e raccolti sono stati distrutti. Coloro che fanno affidamento sulle proprie coltivazioni quale unica fonte di reddito dovranno far fronte a seri problemi.


Attualmente tutti i 20.000 abitanti di Ghat necessitano di aiuti umanitari. È necessario garantire con urgenza alloggi, cibo e altri beni di prima necessità.


L’UNHCR ha inviato immediatamente beni di prima necessità quali tende familiari, materassi, coperte, acqua potabile, set da cucina, lampade solari, teloni di plastica e indumenti per le prime 400 famiglie.


Gli aiuti sono stati caricati su camion che sono già in viaggio per Ghat. È previsto che arrivino a destinazione via terra nella giornata di oggi.
LibAid, partner locale dell’UNHCR, è presente sul posto e ha predisposto quanto necessario per ricevere gli aiuti e organizzarne rapidamente la distribuzione alla popolazione colpita.


Sebbene con intensità ridotta, nei prossimi giorni sono previste ulteriori precipitazioni che andranno ad aggravare i rischi e i problemi esistenti.
La risposta dell’UNHCR è implementata in collaborazione con le autorità libiche, le agenzie delle Nazioni Unite e altri partner nell’ambito del Nucleo di emergenza attivato dal Comune di Ghat.