Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Politica

Universiade, De Luca: “Mattarella a Napoli per inaugurare l’evento”

"Napoli sarà l'immagine dell'Italia nel Mondo"
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

“Ad inaugurare le Universiadi a Napoli ci sarà Mattarella, il Presidente della Repubblica il 3 luglio darà il via ufficiale all’evento che servirà a promuovere Napoli e la Campania in tutto il mondo”. E’ soddisfatto Vincenzo De Luca, il presidente della Campania che oggi, insieme al Commissario straordinario dell’Agenzia Regionale per le Universiadi, Gianluca Basile e all’assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele, ha annunciato gli eventi culturali programmati dalla Regione per la 30esima Summer Universiade Napoli 2019. “Abbiamo la responsabilità di far funzionare l’evento in maniera eccellente – ha ricordato il governatore  – perché rappresenteremo l’Italia nel Mondo. Sarà un’occasione unica per rilanciare l’immagine del capoluogo campano e sfatare i miti negativi che ci riguardano.

È una sfida alla quale non credevano in molti, è stato un miracolo. Come Regione ci siamo dissanguati investendo 270 milioni per rimettere in funzione tutti gli impianti sportivi abbandonati da tempo”. Il numero uno di Palazzo Santa Lucia in questi mesi ha eseguito  numerosi sopralluoghi per verificare lo stato dei lavori delle strutture che dovranno accogliere le gare: “stiamo recuperando impianti che erano in stato di abbandono da decenni. Sta nascendo una cittadella sportiva con la piscina Scandone, il Palabarbuto, le piscine olimpioniche della Mostra d’Oltremare e lo stadio San Paolo. Mi auguro che non vadano a fregarsi i fari nuovi che stiamo installando, come già è accaduto negli spogliatoi del San Paolo. Bisogna essere responsabili”. Per De Luca Napoli sarà sotto la lente d’ingrandimento: “La maggior parte degli investimenti ha riguardato Napoli – ha evidenziato – questo di luglio non sarà solo un evento sportivo, in quei 15 giorni la città dovrà essere rigorosa. Ho letto notizie rassicuranti da parte dell’Assessore alla Mobilità del Comune di Napoli sui cantieri che chiuderanno entro giugno. La nostra ambizione è quella di creare un grande movimento giovanile. Grazie ai fondi stanziati abbiamo recuperato strutture anche nei quartieri a rischio di Napoli, a Pozzuoli, a Casoria, e a Caserta, e questa sarà un’occasione per coinvolgere i giovani in eventi sportivi, di incontro con tanti ragazzi che provengono da tutto il mondo. Il problema educativo non riguarda solo la Campania – ha ribadito De Luca – ma l’Italia intera. L’Universiade avrà il dovere di maturare e risvegliare identità positive. Vorrei che i giovani di Napoli riscoprissero questa identità, piuttosto che andare a sparare per le strade. Il mio appello va a tutti, non solo ai comuni che hanno collaborato con noi in questi mesi, anche alle associazioni di cittadini, quelle sportive e culturali, affinchè questo evento sia vissuto a 360 gradi”.