Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Iraq: almeno 4 morti e 17 feriti in protesta anticorruzione a Najaf

Le vittime, sostenitori di Muqtada al-Sadr, sarebbero state uccise dalle guardie di un centro commerciale
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di mal

Almeno quattro persone sono state uccise e 17 ferite nelle proteste anti-corruzione organizzate dal religioso populista sciita Muqtada al-Sadr nella città irachena meridionale di Najaf, secondo quanto riferito dai media locali, citando un ospedale e le autorità locali.

Secondo le notizie curde del network Rudaw, le proteste sono diventate violente mercoledì sera dopo che le guardie di sicurezza del centro commerciale dove i sostenitori di Sadr stavano manifestando hanno aperto il fuoco su di loro.

Sadr, che guida l’alleanza di Sairoon, il più grande blocco del parlamento iracheno, ha invitato i suoi sostenitori a protestare contro la corruzione tra le file del suo stesso movimento. Sebbene Sadr non avesse specificato alcun nome, i suoi sostenitori portarono la protesta al centro commerciale Al-Bashir, che secondo le notizie sarebbe di proprietà di un ex sostenitore di Sadr di nome Jawad al-Garawi, che sarebbe stato espulso dal movimento con l’accusa di corruzione.

Secondo le notizie, i manifestanti hanno dato fuoco al centro commerciale dopo che le guardie di sicurezza hanno sparato contro di loro. Il ministero dell’Interno iracheno ha dichiarato che le forze di sicurezza hanno arrestato cinque delle guardie. L’Iraq è uno dei paesi più corrotti del mondo, secondo l’indice di corruzione di Transparency International.

Sempre oggi il parlamento iracheno ha annunciato i suoi piani per istituire un comitato speciale per affrontare la questione. Inoltre, Sadr, un’influente figura politica, il cui blocco ha vinto le elezioni irachene del 2018, ha istituito un proprio comitato anti-corruzione composto da tre membri per indagare sugli attuali e gli ex membri del movimento di Sadr nel governo.

At least four people have been killed and 17 injured in anti-corruption protests organized by populist Shiite cleric Muqtada al-Sadr in the Iraqi southern city of Najaf, local media reported, citing a hospital and local authorities.

According to the Kurdish Rudaw news outlet, the protests turned violent on Wednesday night after security guards of the mall where Sadr’s supporters were rallying opened fire on them. Sadr, who leads the Sairoon alliance, the biggest bloc in the Iraqi parliament, had called on his supporters to protest the corruption within the ranks of his own Sadrist Movement.

Although Sadr had not specified any names, his supporters took the protest to Al-Bashir mall, which is reportedly owned by a former Sadrist named Jawad al-Garawi, who was allegedly expelled from the movement on charges on corruption.

According to the news outlet, the protesters set fire to the mall after the security guards shot at them. On Thursday, the Iraqi Interior Ministry said that security forces had arrested five of the guards. Iraq is one of the most corrupt countries in the world, according to Transparency International’s corruption index.

On Thursday, the Iraqi parliament announced its plans to establish a special committee to tackle the issue. Additionally, Sadr, an influential political figure, whose bloc won the 2018 Iraqi elections, has established his own three-member anti-corruption committee to investigate current and former Sadrist members in the government.