Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Il Governo Informa

Mise, riunito il tavolo sull’Area di crisi industriale complessa di Piombino

Nel corso dell’incontro è stato illustrato il percorso che porterà in tempi brevi al rinnovo dell’Accordo di programma dell’area di crisi industriale scaduto nel 2018
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di cos

Al Ministero dello Sviluppo Economico si è riunito oggi il gruppo di coordinamento e controllo dell’area di crisi industriale complessa di Piombino presieduto dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial, a cui hanno partecipato il Ministero dell’Ambiente, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’ANPAL, la Regione Toscana, la Provincia e il Comune di Piombino, l’Autorità portuale.


Nel corso dell’incontro è stato illustrato il percorso che porterà in tempi brevi al rinnovo dell’Accordo di programma dell’area di crisi industriale scaduto nel 2018, passaggio che consentirà di destinare all’apertura di un nuovo sportello gli oltre 18 milioni di euro di economie disponibili a valere sulla legge 181/89.


La riunione ha rappresentato un momento di condivisione delle azioni avviate dal MiSE sui molteplici fronti previsti dall’accordo sottoscritto con gli indiani di JSW Steel Italy, a partire dal rispetto degli impegni inerenti all’accesso a costi energetici vantaggiosi, presupposto imprescindibile per la produzione competitiva di acciaio. È stata, inoltre, illustrata la procedura che potrebbe portare all’assegnazione di oltre 30 milioni di euro per i progetti di tutela ambientale. Si è, infine, condiviso lo stato di avanzamento degli impegni assunti dagli altri soggetti istituzionali presenti al tavolo.


“Per garantire le condizioni favorevoli all’investimento dell’impresa siderurgica indiana e non mettere a rischio il previsto piano di riassorbimento occupazionale di circa 2.000 lavoratori – ha dichiarato il Vice Capo di Gabinetto Sorial – occorreva dare concretezza agli impegni di mera natura programmatica presi dal precedente governo. Oggi sono stati compiuti decisivi passi in avanti: da un lato sono state sbloccate le risorse necessarie per proseguire nell’azione di rilancio industriale del territorio, dall’altro sono state poste le basi affinché il piano di investimenti di JSW prosegua senza rallentamenti. L’attenzione del Ministero rimarrà alta per assicurare che tutti gli impegni, sia della parte pubblica che di quella privata, proseguano nel rispetto dei tempi programmati”.