Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Agroalimentare

Vinitaly, De Luca a Verona: “tante imprese vinicole di eccellenza nei nostri spazi espositivi”

Il governatore campano: "con il lavoro e l’organizzazione possiamo raggiungere traguardi importanti”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

“Una partecipazione di pubblico impressionante al padiglione della Regione Campania al Vinitaly 2019 e tante imprese vinicole di eccellenza negli spazi espositivi”. Così il presidente della Regione Campania, che ieri ha fatto tappa a Verona per presentare le ‘Eccellenze campane’ in vetrina e le iniziative di promozione alla 53ª edizione di Vinitaly.

“Davvero un grande successo. È la conferma che con il lavoro e l’organizzazione possiamo raggiungere traguardi importanti”. Dalla Campania anche il consigliere del Presidente De Luca per le politiche agricole, alimentari e forestali, caccia e pesca, Franco Alfieri: “anche quest’anno la Campania del vino si presenta unita, pur nel rispetto delle diversità, con i suoi vitigni ed oltre 200 cantine, che rappresentano una grande ricchezza. La sfida della Regione Campania è duplice – ha ricordato Alfieri – incrementare le esportazioni del comparto e attrarre flussi turistici verso i territori vitivinicoli”.

Alla cerimonia inaugurale, il commissario europeo all’Agricoltura, Phil Hogan, ha riconosciuto il valore di Vinitaly come strumento promozione del vino italiano: “Vinitaly è una fantastica celebrazione della qualità e della biodiversità del patrimonio culturale e vitivinicolo, che si rispecchia nel fatto che l’Italia ha più di 600 indicazioni geografiche, il numero più alto in Europa. Compito dell’Unione europea è tutelarle”.

Dopo quattro giorni di eventi, degustazioni, presentazioni, premi si è conclusa oggi con numeri in grande crescita la partecipazione della Regione alla più grande manifestazione dedicata al mondo del vino. Il padiglione, 5600 metri quadri di superficie, affollatissimo, le due sale di degustazione sempre piene per tutta la durata della manifestazione fanno stimare un aumento di visitatori agli stand campani di circa il 20% rispetto all’anno precedente.

Quattro giorni nel corso dei quali, grazie anche alla collaborazione di Unioncamere Campania, le 201 aziende del territorio presenti si sono messe in vetrina in modo compatto sotto un’unica denominazione di Regione Campania e mostrando al mondo le proprie eccellenze. Un appuntamento contraddistinto dalla concomitanza nell’anno con due grandi eventi, da un lato la celebrazione di “Sannio Falanghina” città europea dei vino, dall’altro l’Universiade di Napoli 2019.

Di particolare interesse per giornalisti ed operatori internazionali sono stati i sei masterclass e i due seminari in lingua inglese organizzati per promuovere le produzioni vitivinicole e la cultura enogastronomica campana in Italia e all’estero. Degli oltre trenta eventi proposti, da segnalare la degustazione dei 28 migliori vini e spumanti della regione inseriti da AIS Campania nella guida catalogo 2019-2020 e la presentazione del secondo concorso enologico Lucio Mastroberardino.

La squadra campana torna a casa anche con alcuni importanti riconoscimenti, come quello della cantina “Antonio Mazzella” di Ischia eletta migliore cantina dell’anno e quello di Ciro Giordano, presidente del Consorzio tutela vini Vesuvio, insignito del premio Angelo Betti – Benemerito della viticoltura 2019 con la Medaglia di Cangrande