Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Siria, Mosca: oltre 1.000 rifugiati rientrati ieri dalla Giordania e dal Libano

Nel frattempo, le unità di ingegneria siriane continuano le operazioni di sminamento. Nelle ultime 24 ore hanno trovato e distrutto 26 ordigni esplosivi
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di cos

Oltre 1.000 rifugiati siriani sono tornati nel loro paese d’origine dalla vicina Giordania e dal Libano nelle ultime 24 ore. Lo ha detto il Ministero della Difesa russo. “Nelle ultime 24 ore, un totale di 1.016 rifugiati sono tornati nella Repubblica araba siriana dal territorio di stati stranieri: 156 persone (tra cui 47 donne e 80 bambini) hanno lasciato il Libano per la Siria attraverso i checkpoint Jaydet-Yabus e Talkalakh; 860 persone (tra cui 258 donne e 439 bambini) sono ritornate dalla Giordania attraverso il checkpoint di Nassib”, ha detto nel bollettino giornaliero il Centro per la riconciliazione.



Secondo il bollettino, anche 52 sfollati interni sono tornati a casa nelle ultime 24 ore. Inoltre, nelle ultime 24 ore, il Fondo pubblico regionale russo Akhmad Kadyrov ha effettuato un’operazione umanitaria ad Aleppo, consegnando 15 set alimentari alle famiglie del personale impiegato dall’esercito siriano.



Nel frattempo, le unità di ingegneria siriane continuano le operazioni di sminamento. Nelle ultime 24 ore hanno trovato e distrutto 26 ordigni esplosivi.



La Russia, insieme alla Turchia e all’Iran, è il garante del cessate il fuoco in Siria. Mosca ha inoltre assistito Damasco fornendo sostegno al governo nella lotta contro i gruppi terroristici che operano nel paese e fornendo aiuti umanitari ai civili.



Over 1,000 Syrian refugees have returned to their home country from neighboring Jordan and Lebanon over the past 24 hours, the Russian Defense Ministry said on Friday.

“Over the past 24 hours, a total of 1,016 refugees returned to the Syrian Arab Republic from the territory of foreign states: 156 people (including 47 women and 80 children) left Lebanon for Syria via the Jaydet-Yabus and Talkalakh checkpoints; 860 people (including 258 women and 439 children) returned from Jordan via the Nassib checkpoint,” the ministry’s Center for Reconciliation of Opposing Sides and Refugee migration Monitoring said in its daily bulletin.



According to the bulletin, 52 internally displaced persons have also returned home within past 24 hours.

In addition, in the past 24 hours, the Russian Akhmad Kadyrov Regional Public Fund has carried out a humanitarian operation in Aleppo, delivering 15 food sets to the families of personnel employed by the Syrian military.



Meanwhile, Syrian engineering units continue their mine-clearance operations. Over the past 24 hours, they have found and destroyed 26 explosive devices.

Russia, alongside Turkey and Iran, is the guarantor of the ceasefire in Syria. Moscow has also been assisting Damascus by providing support to the government in combating terrorist groups operating in the country and providing humanitarian aid to civilians.