Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Huawei, Cina contro Canada per avvio procedure estradizione di Meng Wanzhou

La figlia del fondatore del colosso delle Tlc è stata arrestata a dicembre all’aeroporto di Vancouver su richiesta delle autorità di Washington
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di mal

La Cina ha protestato ufficialmente per la decisione del Canada di avviare le procedure per l’estradizione di Meng Wanzhou, capo dell’ufficio finanziario di Huawei negli Stati Uniti. Lo ha detto oggi il ministero degli Esteri cinese aggiungendo che Pechino ha depositato le sue rappresentanze presso Ottawa.

”Le autorità cinesi hanno espresso il proprio estremo malcontento e la protesta decisiva verso le autorità canadesi a causa della sua persistente promozione delle cosiddette procedure giudiziarie sull’estradizione della signora Meng Wanzhou, che ha già presentato forti rimostranze [con Ottawa]”. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Lu Kang. Nella giornata di venerdì il Dipartimento di Giustizia canadese ha dichiarato di aver deciso di concedere l’autorizzazione per avviare le procedure per l’estradizione di Meng.

La Corte Suprema della British Columbia ha programmato un’udienza per mercoledì prossimo per confermare l’autorizzazione di estradizione e fissare la data per l’udienza di estradizione, secondo quanto comunicato. Meng, la figlia del fondatore del colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei, è stata arrestata a Vancouver lo scorso dicembre su richiesta degli Stati Uniti, con il sospetto di non aver rispettato le sanzioni statunitensi contro l’Iran. L’arresto è stato denunciato da Pechino, che ha chiesto alle autorità canadesi di rilasciare immediatamente il cittadino cinese.

China expressed opposition to Canada’s decision to initiate the procedures to extradite Huawei’s Chief Financial Officer Meng Wanzhou to the United States, the Chinese Foreign Ministry said on Saturday, adding that Beijing lodged representations with Ottawa over the issue. “The Chinese side has expressed its extreme discontent and decisive protest to the Canadian side due to its persistent promotion of the so-called judicial procedures on the extradition of Ms. Meng Wanzhou. Beijing has already lodged stern representations [with Ottawa],” the ministry’s spokesman, Lu Kang, said in a statement.

On Friday, the Canadian Department of Justice said the authorities had decided to grant authorization to proceed with the extradition process in Meng’s case. The British Columbia Supreme Court has scheduled an appearance date for Wednesday to confirm the extradition authorization and to set the date for the extradition hearing, the release said.Meng, the daughter of the founder of the Chinese telecoms giant, was arrested in Vancouver last December at the United States’ request, reportedly on suspicions of failing to comply with US sanctions against Iran. The arrest was decried by Beijing, which demanded that Canadian authorities immediately release the Chinese national.

Notizie correlate