Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Ambiente ed Energia, Politica

Calamità naturali e terrorismo, De Pascale: “è fondamentale la cooperazione tra militari e civili”

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

“Quando si affronta una calamità naturale o una qualsiasi altra emergenza la stretta cooperazione tra militari e civili è fondamentale. In momenti di crisi è necessario però non solo che ci siano competenze qualificate in campo; ma che tra queste, ancor più se provenienti da fonti diverse,  si realizzi un’osmosi che ottimizzi l’azione per salvare vite umane e tutelare l’integrità fisica”.

Così il Consigliere Regionale Carmine De Pascale intervenendo al convegno su “Comparison between civil and military environment” che si sta svolgendo presso il Circolo Unificato dell’Esercito a Palazzo Salerno in Piazza del Plebiscito, 33 a Napoli. L’assise è promossa da Idma (International Disaster Medicine Association), da Igesan, (Ispettorato Generale della Sanità Militare Interforze), dal Comando Forze Operative Sud e con il patrocinio della Regione Campania, fa il punto sulla cooperazione tra militari e civili nel caso di disastri naturali, azioni terroristiche e situazioni di crisi.

Il Consigliere Regionale Carmine De Pascale forte della sua esperienza di comandante militare e nella sua veste di Presidente del Comitato Regionale dei Volontari della Protezione Civile, ha aggiunto: “Se è indiscutibile la tempestività degli interventi in caso di emergenze, è altrettanto chiaro che bisogna formare e addestrare gli operatori, informare i cittadini sui rischi ed esercitarsi con simulazioni di eventi catastrofici in modo da testare ogni singola componente e l’organizzazione messa in campo. E ciò è vero ancora di più per la regione Campania in quanto sono molteplici i rischi/calamità legati alla conformazione naturale del suo territorio. Per questo bisogna lavorare principalmente – ha infine dichiarato il Consigliere Regionale Carmine De Pascale – sulla loro prevenzione e pianificazione per una costante e consapevole vigilanza attiva dei cittadini che sono le prime sentinelle del territorio”.