Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, L'intervento del Cavaliere

Berlusconi: Spero che il governo vada a casa domani

L'ex premier ha intenzione di coinvolgere Salvini e Le Pen per creare “un sovranismo europeo, per creare un'Europa che possa rilanciare l'Occidente e vincere la sfida con la Cina comunista
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di asp

“Spero che questo governo vada a casa domani. A Salvini voglio ricordare che prima di firmare il contratto con i 5 Stelle ha firmato un contratto con noi. Gli italiani gli hanno dato il loro voto in base al contratto firmato con noi”. Lo ha detto nella serata di ieri il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi nel corso della trasmissione “Quarta Repubblica” su Rete4. L’ex premier ha intenzione di coinvolgere Salvini e Le Pen per creare “un sovranismo europeo, per creare un’Europa che possa rilanciare l’Occidente e vincere la sfida con la Cina comunista. Bisogna tornare in Europa al progetto dei padri fondatori: Schuman, Adenauer, De Gasperi, con una politica realmente unitaria – ha aggiunto Berlusconi -. Non immaginavo di dover ritornare in campo ma il nostro Paese è in grave pericolo, l’Europa è in pericolo, il Mondo è in pericolo per il progetto comunista cinese ho sentito ancora dentro di me il dovere di farlo. Nel 1994 c’era il pericolo che i comunisti andassero al potere. Questi signori di oggi, i grillini, sono peggio di quelli del 1994. Sono spinti da invidia sociale, odiano gli imprenditori e in più rispetto ai comunisti del 1994 non sanno niente, non hanno mai studiato, non hanno mai lavorato, non hanno mai fatto niente di buono”.

“Nell’Unione europea ho messo il veto per l’Italia varie volte, ma sono ancora rispettato da tutti e ancora mantengo molti collegamenti. L’Europa é in grave pericolo, bisogna salvarla. Deve mettere insieme tutte le sue forze armate per diventare una potenza mondiale e decidere i destini del mondo”, ha poi sottolineato Berlusconi aggiungendo che la “Merkel é d’accordo”. I francesi “stanno cercando di occupare anche Mediaset, passando sopra agli accordi contrattuali che hanno, ma Berlusconi contro i francesi vince Berlusconi. Macron é un tecnocrate di sinistra, non ho grande simpatia per lui, ma il vicepremier italiano” Luigi Di Maio “non può andare a fare quello che ha fatto e incontrare i gilet gialli che distruggono le città. Tutta l’Europa ci guarda male”. Infine la politica interna: “Non mi risulta assolutamente che parte del centrodestra andrebbe con Salvini”, ha concluso l’ex premier.