Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Migranti, Maestri (Possibile): “Giovane morto per politiche sbagliate”

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di onp

“Stanotte un giovane senegalese, Moussa Ba 29enne bracciante agricolo, a San Ferdinando nella piana di Gioia Tauro, ha acceso un piccolo braciere per riscaldarsi e la baracca è andata a fuoco. Ed è morto, mentre stringeva in mano un mandarino. Eppure per Salvini si tratta di una vittima dell’illegalità, e quindi servono subito gli sgomberi. È un messaggio insopportabile: l’illegalità è nelle mafie che sfruttano i lavoratori per raccogliere quei mandarini, le clementine. Ed è per questo che ho portato qui delle clementine, questo frutto dolce, come memoria di Moussa Ba”. Lo dichiara Andrea Maestri della segreteria nazionale di Possibile, parlando nell’incontro ‘Le conseguenze del rancore’ in corso a Verona. “Moussa Ba – aggiunge Maestri – non è vittima dell’illegalità, ma del proibizionismo migratorio. Morto per politiche sbagliate che ingrossano le fila dei richiedenti asilo. Siamo di fronte al costante calpestamento dei diritti umani, non possiamo accettare che un ministro dell’Interno violi continuamente le leggi e la Costituzione. Siamo in uno Stato di diritto, non possiamo dimenticarlo”.

Notizie correlate