Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Venezuela, raccolti 100 mln in summit a sostegno di Guaidò

Negli scorsi giorni il leader dell’opposizione venezuelana ha annunciato che gli aiuti umanitari saranno consegnati nel paese il 23 febbraio
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di cos

L’opposizione del Venezuela ha raccolto più di 100 milioni di dollari da donatori internazionali in una raccolta fondi organizzata a Washington. Lo ha detto lo staff di Juan Guaidò negli Stati Uniti. “La Conferenza globale sulla crisi umanitaria in Venezuela, tenutasi presso la sede dell’Organizzazione degli Stati Uniti d’America, ha raccolto oltre cento milioni di dollari, grazie alle donazioni di diverse delegazioni internazionali”.

Negli scorsi giorni Guaidò ha annunciato che gli aiuti umanitari saranno consegnati in Venezuela il 23 febbraio. Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha rifiutato di accettare gli aiuti consegnati dagli Stati Uniti alla vicina Columbia, etichettandoli come una manovra per rovesciare il suo governo.



Lunedì Christoph Harnisch, il capo del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) in Colombia, ha detto che la sua organizzazione non fornirà assistenza perché il CICR non considera l’assistenza degli Stati Uniti al Venezuela come aiuto umanitario. All’inizio di questo mese, i funzionari del CICR e l’ufficio del Segretario Generale delle Nazioni Unite hanno invitato l’amministrazione Trump ad astenersi dal politicizzare l’assistenza umanitaria.

Il 23 gennaio Guaidò, con il pieno sostegno del governo degli Stati Uniti, si è dichiarato presidente ad interim del Venezuela. Maduro ha accusato Washington di aver orchestrato un colpo di stato e poi ha tagliato i legami diplomatici con gli Stati Uniti. Russia, Cina, Cina, Turchia e Messico, tra le altre nazioni, hanno riaffermato il loro sostegno a Maduro come unico legittimo presidente democraticamente eletto del Venezuela.



Venezuela’s opposition raised more than $100 million from international donors at a fundraiser in Washington, Juan Guaido’s embassy in the United States said in a press release.

“The Global Conference on the Humanitarian Crisis in Venezuela held at the Organization of Americas States Headquarters raised over one hundred million dollars, thanks to the donations of different international delegations,” the release said on Thursday.

The opposition’s ambassador to the United States, Carlos Vecchio, was quoted as saying in the release that the meeting goes hand in hand with Guaido’s announcement that humanitarian aid will be delivered into Venezuela on February 23.



Venezuelan President Nicolas Maduro has refused to accept aid delivered by the United States to neighboring Columbia, blasting it as a ploy to topple his government.

On Monday, Christoph Harnisch, the head of the International Committee of the Red Cross (ICRC) in Columbia, said his organization will not assist because the ICRC does not consider the US assistance to Venezuela to be humanitarian aid. Earlier this month, ICRC officials and the UN Secretary-General’s office called on the Trump administration to refrain from politicizing humanitarian assistance.

On January 23, Guaido, with the full support of the US government, declared himself interim president of Venezuela. Maduro accused Washington of orchestrating a coup and then cut off diplomatic ties with the United States. Russia, China, Turkey and Mexico, among other nations, have reaffirmed their support for Maduro as the only legitimate democratically-elected president of Venezuela.