Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Diciotti, proposta Gasparri: No a procedere contro Salvini. Atti Governo a Catania

Lunedì sera è prevista l'assemblea dei parlamentari pentastellati con Luigi Di Maio e in quella sede si discuterà sull’orientamento da seguire per i senatori M5S
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di cos

L’autorizzazione a procedere nei confronti del ministro Salvini deve essere negata. E’ questa la proposta che Maurizio Gasparri, che nella Giunta delle Immunità al Senato è presidente e relatore al caso Diciotti (la nave bloccata nel mare di Catania con a bordo 177 migranti), ha presentato alla Giunta per le Immunità del Senato e che molto probabilmente sarà votata dai commissari martedì 19 febbraio, per poi passare all’esame dell’aula che dovrà pronunciarsi entro il 23 marzo.

“Ho deciso di scrivere alla Presidente Casellati, pregandola di inviare alla Procura di Catania gli allegati di Conte, Di Maio e Toninelli, che Salvini ci ha fatto pervenire insieme alla sua memoria”, ha spiegato Gasparri. “Non c’è stata nessuna richiesta di chicchessia in Giunta, dove io ho aperto i lavori dando questa notizia e leggendo la mia lettera alla Presidente Casellati. Successivamente ho illustrato la mia proposta nella qualità di relatore, che si conclude con la ipotesi di negare l’autorizzazione a procedere. Prego quanti stanno seguendo la vicenda, anche nel campo dell’informazione, di leggere la relazione di quindici pagine con le motivazioni giuridiche ed anche i riferimenti ad atti ed interventi parlamentari delle massime cariche di governo, che sono essenziali, a mio avviso, per arrivare alle conclusioni che ho esposto”.

“Non posso che essere soddisfatto perché l’ho chiesto io di mandare gli atti (del premier Conte e dei ministri Di Maio e Toninelli, allegati alla memoria di Salvini, ndr) perché ritenevo che fosse un obbligo giuridico nel momento in cui c’è un’assunzione di responsabilità. Tra l’altro il pubblico ufficiale che non lo fa, commette un’omissione di denuncia, quindi per me era obbligatorio farlo e così è stato”. Così il senatore di Leu Pietro Grasso ha commentato la decisione del presidente della Giunta per le immunità del Senato Gasparri di inviare alla Procura di Catania i documenti depositati dal ministro dell’Interno, in aggiunta alla sua memoria sul caso Diciotti. E sul voto finale, Grasso ha aggiunto: “Non ho mai espresso il mio voto e mi riservo di farlo in maniera chiara dopo il mio intervento in Giunta”