Accedi

Agroalimentare, Cronaca

Latte, Cia: sostegno a pastori sardi. Ok a tavolo con il Ministro Centinaio

L'appello: Coinvolgere tutta la filiera per risolvere emergenza ed evitare ripercussioni in Lazio e Toscana
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

 

C’è grande preoccupazione per le manifestazioni attualmente in corso in Sardegna. Lo sostiene, in una nota, Cia-Agricoltori Italiani che fa sapere di condividere la protesta degli allevatori per il crollo del prezzo del latte, insufficiente anche a coprire i costi di produzione. Le aziende agropastorali – sottolineano – sono il pilastro dell’agricoltura sarda, ma i pastori non possono continuare a produrre senza reddito adeguato: così si mette a rischio l’economia di tutta la regione. I prezzi pagati ai produttori (50-60 centesimi al litro) rischiano di creare forti disinvestimenti sul territorio e causare l’abbandono degli allevamenti in molte zone rurali, con rilevanti danni, anche al tessuto sociale.Cia prende atto dell’apertura di un tavolo tecnico dedicato da parte del Ministro per le Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio e offre la sua disponibilità a concertare insieme al governo e alle istituzioni territoriali una soluzione in tempi rapidi per affrontare l’emergenza sarda. E’ necessario che il confronto negoziale sia aperto a tutti i soggetti interessati per arrivare a interventi immediati di ristoro per gli allevatori e, soprattutto, a un piano di settore che preveda misure condivise per migliorare le condizioni di produzione, con una nuova articolazione e differenziazione degli sbocchi di mercato. Preoccupazione inoltre è stata espressa da Cia-Agricoltori Italiani per le ripercussioni che la situazione potrà avere nelle altre due regioni italiane, Toscana e Lazio, dove la zootecnia ovicaprina è uno dei settori trainanti dell’economia locale. In questo momento è necessario agire con serietà e concretezza per individuare soluzioni efficaci, avviando un confronto sulle strategie di lungo periodo per il comparto lattiero-caseario.