Accedi

Politica

Abruzzo, Conte e Salvini assicurano: nulla cambia per il governo

La Lega è stato il partito più votato con oltre il 27 per cento delle preferenze. Seguono Pd (11 per cento), M5S (19 per cento), Forza Italia (9 per cento) e Fratelli d’Italia (al 7 per cento)
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di mal

Il premier Giuseppe Conte e il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini assicurano che per il governo nulla cambia dopo il voto in Abruzzo che ha segnato il trionfo del candidato del centrodestra, una grande vittoria della Lega e un tonfo del M5S. “Sono elezioni regionali di una regione centrale, aspettiamo le valutazioni che spettano ai vari esponenti delle forze politiche. E’ un dato chiaro ma non cambia nulla per il governo centrale”. Così il premier da Campobasso commenta il dato sulle Regionali in Abruzzo.

“Ringrazio l’Abruzzo per la prova di forza, di coraggio, di speranza che ha dato. La concretezza paga. Questo vuol dire che le indagini, le minacce, le falsificazioni non hanno potuto nulla. La vita reale è più forte di quella virtuale”. Lo ha detto in conferenza stampa il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Il voto di oggi non cambia nulla nell’equilibrio di governo. Credo che gli amici del M5s non abbiano nulla da temere: si è trattato di un voto amministrativo non politico come sarà quello delle europee. Noi della Lega non chiederemo rimpasti, né ministri né sottosegretari. Forse già oggi vedrò Conte e Di Maio”, ha aggiunto Salvini. E a chi gli prospettava una nuova via con il centrodestra da seguire a livello nazionale sul modello di quella realizzata con le regionali Salvini ha detto: “No, ho firmato un contratto di governo e a quello tengo fede”.

Il centrodestra trainato dalla Lega ha dunque vinto in Abruzzo. Crolla invece il Movimento 5 Stelle, buon risultato del Partito democratico. In base ai dati diffusi dal Viminale, il candidato del centrodestra Marco Marsilio ha ottenuto il 48,8 per cento delle preferenze, staccando nettamente Giovanni Legnini, candidato del centrosinistra, fermo al 31 per cento. Tonfo del Movimento 5 Stelle, con la candidata Sara Marcozzi che non va oltre il 19,4 per cento. Guardando ai singoli partiti, la Lega è stato il più votato con oltre il 27 per cento delle preferenze. Seguono Pd (11 per cento), M5S (19 per cento), Forza Italia (9 per cento) e Fratelli d’Italia (al 7 per cento).

“Una giornata storica per Fratelli d’Italia. Grazie a tutti gli abruzzesi che hanno scelto di avere una guida forte e capace. Ora inizia la sfida più importante: far tornare GRANDE l’’Abruzzo!”, ha commentato su Twitter Giorgia Meloni.

”Gli abruzzesi hanno compreso il nostro messaggio, è stato raggiunto un risultato al di sopra delle aspettative, oltre il 48%, un risultato che neppure D’Alfonso ha preso 5 anni fa. Avverto la responsabilità che ci hanno dato gli abruzzesi”. Lo ha detto in conferenza stampa il neo presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio. “In Abruzzo c’era voglia di cambiamento, di discontinuità – ha aggiunto – e noi abbiamo intercettato questa voglia”. “Il centrodestra deve sapersi ripensare e tornare a vincere in campo nazionale. D’altra parte siamo maggioranza in Italia”, ha detto Meloni.

Notizie correlate