Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Brunetta (FI): “Spread a quota 300 e rendimenti titoli stato oltre il 3%”

"In arrivo giudizio agenzie rating, a rischio le nostre banche”.
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di glv

“Nella giornata di ieri lo spread ha sfiorato la soglia dei 300 punti base e il rendimento sul BTP decennale è salito oltre la soglia del 3,0%, toccando il 3,026%, ai massimi livelli dall’inizio di dicembre. Cosa sta succedendo? Succede che gli investitori stanno cominciando a scontare un possibile downgrade del nostro rating sovrano da parte delle agenzie di rating e reagiscono liberandosi dei titoli detenuti in portafoglio”. Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile della politica economica di Forza Italia.

“Eventualità che potrebbe già occorrere il prossimo 22 febbraio, quando – aggiunge Brunetta – si esprimerà l’agenzia Fitch, che lo scorso agosto aveva tagliato l’outlook italiano da ‘stabile’ a ‘negativo’ e che lo scorso ottobre aveva avvertito il Governo Conte che esistevano rischi significativi sul raggiungimento degli obiettivi di bilancio indicati nell’aggiornamento del DEF e che un downgrade del debito pubblico avrebbe avuto delle conseguenze pesantissimo sul nostro sistema bancario. Ora che i più recenti dati macroeconomici dell’economia italiana hanno dimostrato l’impossibilità di raggiungere gli obiettivi di deficit e debito per il 2019, Fitch potrebbe decidere che la sostenibilità del nostro debito pubblico si è ridotta e, quindi, tagliare il rating, a un passo dal livello ‘spazzatura’. Il 15 marzo sarà poi la volta dell’agenzia Moody’s e il 26 aprile dell’agenzia S&P, che anch’essa ha emesso un outlook negativo sul debito”.