Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Agroalimentare, Agricoltura

Grano duro, Cia: forte ritardo pagamento contributo speciale

L’appello ad Agea: gli agricoltori non hanno ancora ricevuto nulla
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

E’ passato più di un anno dallo stanziamento dei fondi destinati al sostegno dei produttori di grano duro per compensare la crisi dei prezzi dei cereali. E’ l’allarme lanciato in una nota da Cia.

Gli agricoltori che hanno fatto domanda del contributo a livello nazionale nel 2017 – spiegano nel testo – non hanno ancora avuto notizie da Agea, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura, e si sentono penalizzati dalla burocrazia e dalle inefficienze amministrative.

Il contributo speciale è un de minimis che prevedeva un massimo di 100 euro per ettaro di grano duro coltivato. A disposizione delle aziende un aiuto non enorme ma comunque significativo perché nel corso degli anni i prezzi di mercato, ben al di sotto dei costi di produzione, hanno messo a dura prova i produttori di grano duro italiano.

Il sostegno straordinario era destinato ai produttori che si fossero impegnati ad aderire a un contratto triennale di filiera per favorire le strategie di aggregazione dell’offerta.

Anche a motivo di questo vincolo produttivo, il forte ritardo e la mancanza di un riscontro dagli enti interessati sembra ingiustificato. A rischio ci sono lo sviluppo e la crescita di un comparto strategico del Paese, alla base di un prodotto di eccellenza per il Made in Italy, la pasta.

Cia-Agricoltori Italiani fa un appello ad Agea perché il blocco dell’erogazione speciale del fondo speciale sia presto risolto, per non aggravare ulteriormente la crisi del settore ceralicolo.