Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri, Venezuela

Mosca esorta a porre fine alle interferenze negli affari interni venezuelani

Secondo il Ministero degli Esteri russo si tratta di interventi coordinati
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di Asp

Washington e i suoi partner aggravano artificialmente la situazione in Venezuela, stimolando i sentimenti più radicali, ed è giunto il momento di porre fine a questo processo, ha detto sabato il Ministero degli Esteri russo.

All’inizio della giornata, Regno Unito, Germania, Francia, Germania e Spagna hanno dichiarato la sua intenzione di riconoscere il capo dell’Assemblea Nazionale del Venezuela, Juan Guaido, come presidente ad interim del paese, se le nuove elezioni non vengono annunciate nel paese entro otto giorni.

“Gli sviluppi in Venezuela stanno diventando sempre più allarmanti. Ci sono informazioni provenienti da diverse capitali europee, su come proporre ultimatum alle autorità legittime di Caracas – per organizzare, entro otto giorni, elezioni ‘democratiche e trasparenti’. Queste richieste sono accompagnate dalla minaccia di riconoscere il leader dell’opposizione Juan Guaido come nuovo capo di stato”, si legge nel comunicato. Secondo il ministero, Mosca ha preso atto che queste richieste erano molto ben coordinate.

“Questi sviluppi non fanno che intensificare la situazione politica interna del nostro amico Venezuela. La situazione è artificialmente riscaldata dall’esterno e vengono stimolati i sentimenti più radicali. Continua il cinico ed evidente ingerenza negli affari interni di uno Stato sovrano. È necessario porre fine a tutto questo”, ha detto il ministero.

Secondo la dichiarazione, la Russia è pronta a cooperare con altri Stati che condividono l’approccio della Russia alla situazione in Venezuela per aiutare le parti in conflitto a trovare una comprensione reciproca.


Washington and its partners artificially aggravate the situation in Venezuela, stimulating the most radical sentiments, and the time has come to put an end to this process, the Russian Foreign Ministry said on Saturday. Earlier in the day, the United Kingdom, Germany, France and Spain declared its intention to recognize the head of opposition-controlled National Assembly of Venezuela, Juan Guaido, as interim president of the country, if new elections are not announced in the country within eight days. “The developments around Venezuela are becoming increasingly alarming. There is information coming from a number of European capitals, about putting forward ultimatums to the legitimate authorities in Caracas — to organize, within eight days ‘democratic and transparent’ elections. These demands are accompanied by the threat that they would recognize opposition leader Juan Guaido as the new head of state,” the statement said. According to the ministry, Moscow has taken note that these demands were very well coordinated. “These developments only intensify the internal political situation in our friend Venezuela. The situation is artificially heated up from outside and the most radical sentiments are being stimulated. The cynical, overt interference in the internal affairs of a sovereign state continues. It is necessary to put an end to this,” the ministry said. According to the statement, Russia is ready to cooperate with other states that share Russia’s approach to the situation in Venezuela in order to help the conflicting sides find mutual understanding.