Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Calabria

Regione Calabria, bando settore vitivinicolo: risorse per oltre 900mila euro

Regione Calabria, bando settore vitivinicolo: risorse per oltre 900mila euro
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di NeC

“Il dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari informa che sul portale istituzionale della Regione Calabria è stato pubblicato l’avviso pubblico per Ocm Vino relativo alla Misura Investimenti, campagna 2019”. Lo rende noto un comunicato stampa della giunta regionale. “Il dipartimento – rende noto – che sono aperti i termini per la presentazione delle domande di aiuto relative alla Misura Investimenti annualità 2019 e sottolinea che il termine ultimo di presentazione delle domande è fissato entro e non oltre il 15/02/2019. La dotazione finanziaria Ocm Vino investimenti dell’anno 2019 assegnata alla Regione Calabria dal ministero delle Politiche agricole, Alimentari e Forestali, secondo il piano nazionale di sostegno al settore vitivinicolo, ammonta a 942.161,00 euro, ma il dipartimento Agricoltura potrà incrementare questa dotazione con altre risorse. Il contributo ammonterà al 50% della spesa sostenuta per gli investimenti (la spesa minima ammissibile è di 100.000 euro). Rispetto ai bandi degli anni precedenti, sottolinea il dipartimento, vi sarà innanzitutto la possibilità di finanziare, oltre al punto vendita extra-aziendale, anche punti vendita aziendali localizzati, cioè all’interno della cantina. Le aziende, inoltre, avranno più tempo per completare i lavori annuali (entro agosto 2019) e la possibilità di effettuare progetti di durata biennale, da concludere entro l’agosto del 2020”. “I beneficiari del bando – prosegue la nota – sono le aziende di trasformazione di tutto il territorio calabrese. Non di poco conto, può essere presentata domanda di contributo in forma associata (associazione, società consortile, cooperativa, società di persone o capitali, ecc.) Non rientrano però tra i beneficiari, i soggetti che realizzano esclusivamente attività di commercializzazione del vino. Tra le spese ammissibili figurano investimenti materiali o immateriali per la realizzazione di punti vendita aziendali adibiti prevalentemente alla commercializzazione dei prodotti vitivinicoli, localizzati all’interno o all’esterno delle unità produttive di trasformazione e conservazione, comprensivi di sale di degustazione; opere di natura edilizia (costruzione, acquisto, ristrutturazione, riattamento di fabbricati); acquisto di attrezzature e impianti; acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi e piattaforme per punti vendita aziendali; investimenti materiali per l’esposizione e la vendita dei prodotti vitivinicoli compresa la degustazione; acquisizioni di immobili spese generali direttamente connesse agli investimenti inseriti in domanda; spese per realizzazione di sito internet, se sarà prevista una sezione dedicata all’e-commerce con listino dei vini e possibilità di spedizione del prodotto”.

“Il bando Ocm Vino Investimenti – ha affermato il consigliere regionale delegato all’Agricoltura Mauro D’Acri – è tra i più importanti di quelli promossi per favorire il settore vitivinicolo, in quanto aiuta la crescita delle aziende concedendo un contributo a fondo perduto del 50%. Un sostegno fondamentale per i produttori e le produzioni calabresi, dalla rinomata qualità, ma che necessitano di un’adeguata promozione”. “La misura – ha specificato il Dirigente Generale del Dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari Giacomo Giovinazzo – sostiene la promozione del comparto vitivinicolo, attraverso la concessione di un sostegno al settore per opere di natura edilizia e acquisto immobili, acquisto di attrezzature e impianti, acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi e piattaforme per punti vendita aziendali, punti vendita extra-aziendali, sale di degustazione e investimenti materiali per l’esposizione e la vendita dei prodotti vitivinicoli. Tutti investimenti, dunque, tesi ad accrescere la capacità delle aziende di stare al passo con i tempi e la loro competitività sui mercati dei nostri vini di qualità certificata”.

Notizie correlate