Accedi

Esteri, Lettera aperta ai francesi

Gilet gialli, Macron: trasformare la rabbia in soluzioni

Con questa lettera alla nazione il presidente francese apre il grande dibattito sul futuro del Paese
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di mal

“So che alcuni di noi sono insoddisfatti o in collera”, ma “voglio trasformare la vostra rabbia lavorando insieme a voi”: è questo il messaggio che in una lunga lettera aperta, il presidente francese, Emmanuel Macron, affida alla nazione dando il via al grande dibattito per il futuro del Paese. “Tutti vorrebbero un Paese più prospero e una società più giusta, condivido questa impazienza”, scrive Macron. “La società che vogliamo è una società dove per affermarsi non dovremmo aver bisogno di una rete di conoscenze o fortuna economica, ma di sforzi e lavoro”. Ma il presidente francese ribadisce il suo fermo no alla violenza. “Non accetto, e non posso accettare, pressioni e insulti contro chi è eletto dal popolo, i giornalisti, le istituzioni e i funzionari. Se tutti usano la violenza la società si disfa”.

Dobbiamo “trasformare la rabbia in soluzioni”, dice Macron, assicurando che si tratta di un’iniziativa inedita: “Non è un’elezione né un referendum. Ed è richiesta la vostra espressione, che corrisponde alla vostra storia, alle vostre opinioni e priorità senza distinzione di età o condizione personale”. Diverse le domande a cui dover dare una risposta: “quali tasse pensi che dovrebbero essere abbassata per prime”, “alcuni servizi pubblici, datati o troppo costosi, devono essere eliminati?”, “quali sono le proposte concrete che possono accelerare la nostra transizione ambientale?”.

Notizie correlate