Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Russia-Bielorussia: Per Mosca non è in discussione espansione cooperazione strategica con Minsk

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova: le autorità dei due paesi in contatto per affrontare questioni che erano fonte di preoccupazione per la leadership
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di sch

La rotta di Mosca verso l’espansione della cooperazione strategica con Minsk non è in discussione. Lo ha detto oggi la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, commentando le preoccupazioni della Bielorussia sulla manovra petrolifera pianificata dalla Russia e le potenziali perdite di Minsk da essa.

Giovedì, il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha detto che il potenziale rifiuto della Russia di risarcire Minsk per la manovra petrolifera e che ha comportato un rialzo dei prezzi del petrolio russo e minori tasse all’esportazione sui prodotti petroliferi potrebbe far perdere a Mosca l”unico alleato in Occidente’.

”Riguardo alle dichiarazioni di Lukashenko … la Bielorussia è il nostro alleato e partner di fiducia, il corso per espandere la nostra cooperazione strategica con Minsk è indubbiamente incentrato, in particolare, nel concetto di politica estera del nostro paese. Può essere fatto nel quadro dello Stato dell’Unione (di Russia e Bielorussia) per migliorare l’efficacia di questo formato di integrazione “, ha detto Zakharova in un briefing.

Zakharova ha aggiunto che le autorità dei due paesi sono rimaste in contatto per affrontare tutte le questioni che erano fonte di preoccupazione per la leadership bielorussa. Nel 2019-2024, la Russia sta pianificando di completare la manovra fiscale, che prevede la graduale abolizione del dazio all’esportazione sul petrolio e un aumento del tasso di imposta sulla produzione di petrolio. Secondo Minsk, la manovra potrebbe costare alla Bielorussia circa 300 milioni di dollari solo nel 2019 e fino a 11 miliardi di dollari entro il 2024.

Moscow’s course toward the expansion of its strategic cooperation with Minsk is not in question, Russian Foreign Ministry spokeswoman Maria Zakharova said Friday, commenting on Belarus’ concerns over Russia’s planned oil tax maneuver and Minsk’s potential losses from it. On Thursday, Belarusian President Alexander Lukashenko said that Russia’s potential refusal to compensate Minsk for the oil tax maneuver and entailed in it rise in Russian oil prices and lower export taxes on petroleum products might result in Moscow losing its “only ally in the West.”

”Regarding the statements by Mr. Lukashenko … Belarus is our trusted ally and partner. The course for expanding our strategic cooperation with Minsk is beyond doubt. This is enshrined, in particular, in our country’s Foreign Policy Concept. We believe that more can be done within the framework of the Union State [of Russia and Belarus] to improve the effectiveness of this integration format,” Zakharova said at a briefing.

Zakharova added that the two countries’ authorities remained in contact to address all issues that were a source of concern for the Belarusian leadership. In 2019-2024, Russia is planning to complete its tax maneuver, which envisages the gradual lifting of the export duty on oil and an increase in the tax rate on oil production. According to Minsk, the maneuver may cost Belarus around $300 million in 2019 alone, and as much as $11 billion by 2024.