Accedi

Il Governo Informa, Politica

Sicurezza, Salvini a sindaci Pd: legge firmata da capo dello Stato   

Per il vicepremier bisogna pensare prima agli italiani poveri e disoccupati
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Ala

“Alcuni sindaci del Pd annunciano che non applicheranno il decreto Sicurezza, alla faccia dei mille problemi, quotidiani e reali, che hanno i loro concittadini. Dobbiamo dare tutto anche agli immigrati irregolari? Io non sono d’accordo”. Lo afferma il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che interviene su Facebook sulla decisione del sindaco di Palermo Leoluca Orlando di non applicare nella sua città le misure del decreto sicurezza e, in particolare, le norme che negano la possibilità di concedere la residenza a chi ha un permesso di soggiorno.

“Ricordo a questi sindaci di sinistra che il decreto sicurezza, una legge di buon senso e civiltà, è stato approvato da governo e parlamento e firmato dal presidente della Repubblica – aggiunge Salvini -. Prima dobbiamo pensare ai milioni di Italiani poveri e disoccupati, difendendoli dai troppi reati commessi da immigrati clandestini, poi salveremo anche il resto del mondo”.

”Lo dico a Orlando e a de Magistris, che o sono distratti o ignorano – prosegue Salvini -. È normale che l’assistenza sanitaria sia gratuita per qualsiasi clandestino? L’italiano a Palermo, Napoli, Milano, Torino e Roma paga il ticket se ha bisogno, ma ai clandestini è tutto concesso, senza fila e senza pagare. Sindaci, ma a voi dei vostri concittadini italiani che vi pagano lo stipendio non interessa proprio nulla? A Napoli e Palermo non ci sono italiani che hanno bisogno di casa, lavoro o solo di una stretta di mano?”, conclude.