Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Calabria

Aeroporto Reggio Calabria, Cgil: “Bene stabilizzazione 5 infermieri Croce Rossa”

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di NeC

“Il 30 dicembre scorso è stato raggiunto l’accordo in ordine alla stabilizzazione dei 5 infermieri professionali al servizio di Croce Rossa Italiana operanti presso l’aeroporto di Reggio Calabria”. Lo annuncia una nota di Filt-Cgil Calabria. “I precari assunti da un’azienda di somministrazione lavoro con contratto a tempo determinato e part-time – aggiunge – da oltre tre anni venivano confermati attraverso continue proroghe. Si sono rivolti alla Filt-Cgil pochi giorni prima delle festività, quando è stato comunicato loro che allo scadere del contratto a tempo determinato previsto per il 31/12/18 non ci sarebbero state altre proroghe ritrovandosi così, ad inizio anno, senza più un lavoro”.

“La vertenza, instaurata tra Natale e Capodanno – è detto ancora nel comunicato – dunque in un momento particolarmente complicato, è stata seguita dalla segretaria regionale del trasporto aereo della Filt, Sonia Falzia, che dopo una trattativa con la Croce Rossa Italiana è riuscita a far stabilizzare con contratto full-time a tempo indeterminato tutti i lavoratori, non più con la società di lavoro interinale bensì con il Comitato di Reggio Calabria della Croce Rossa Italiana. ‘Una iniezione di positività’, è proprio il caso di dirlo, la stabilizzazione di cinque dipendenti, è un fatto che la Filt giudica di estrema importanza perché è questa la direzione che bisogna imprimere al lavoro picconato con il Jobs Act dai precedenti governi e da quest’ultimo mantenuto inalterato nei suoi aspetti più precarizzanti”.

“La Filt-Cgil ritiene doveroso, però – prosegue la nota – rivolgere un ringraziamento al presidente del comitato di Reggio Calabria della Cri, dottor Mileto, per la sensibilità dimostrata con la sottoscrizione dell’accordo e per avere compreso che la stabilizzazione del lavoro e la sicurezza economica dei lavoratori incidono profondamente nella quantità e qualità dell’impegno di chi lavora”. “Adesso – conclude il comunicato – bisogna continuare la vertenza sul sistema aeroportuale calabrese per implementare la capacità dei voli nei tre scali, per dare una funzione economica e sociale agli scali di Reggio e Crotone e per procedere celermente verso la stabilizzazione dei lavoratori precari e l’assunzione di coloro che sono stati licenziati”.