Accedi

Agroalimentare, Agricoltura

Agricoltura, Mosca orientale della frutta in campania: riunione tecnico-informativa

esposte le misure che la Regione intende adottare per contrastarne la diffusione dell’organismo nocivo
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

A seguito del ritrovamento in Campania dell’organismo nocivo da quarantena Bactrocera dorsalis e della relazione presentata al Comitato Fitosanitario Nazionale del 10/12/2018, il dirigente del Servizio Fitosanitario Regionale della Campania ha convocato una riunione tecnico-informativa,  coinvolgendo le principali Organizzazioni Professionali Agricole della Campania, le Unioni Nazionali Ortofrutta ed i Servizi Territoriali Provinciali della Direzione generale Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Nel corso della riunione, che si è tenuta oggi, presso la sede dell’Ufficio Centrale Fitosanitario, Centro Direzionale Isola A/6 Napoli, è stata evidenziata, in particolare, la pericolosità dell’organismo nocivo per il comparto ortofrutticolo campano, derivante sia dai danni diretti alle coltivazioni che esso può arrecare, sia dai danni di natura economica che possono essere causati dalla sua diffusione e dal possibile blocco della commercializzazione  ed esportazione di prodotti ortofrutticoli.  Inoltre, è stata rappresentata la grande preoccupazione che la presenza di Bactrocera dorsalis ha destato in regione Campania, ma anche in ambito nazionale e comunitario trattandosi del primo ritrovamento sul territorio della Comunità europea.

Sono state esposte le misure che la Regione Campania intende adottare per contrastarne la diffusione che, nell’immediato, si concretizzano con la dichiarazione dello stato di emergenza, l’istituzione di una unità di crisi, la delimitazione dell’area interessata e relativa buffer zone e l’approvazione delle prime misure di contrasto alla diffusione dell’organismo nocivo.

Nell’ambito della riunione è stata annunciata la visita in regione Campania della Commissione europea per Bactrocera dorsalis nel periodo 14-19 gennaio 2019.

Al termine della riunione i partecipanti hanno assicurato la piena condivisione del percorso intrapreso dalla Regione e la massima collaborazione nell’attuazione delle misure che saranno definite con il Piano di azione.