Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Legge di bilancio

Senato, la manovra approda in Aula dopo l’accordo con Ue

Conte: “Trattativa con Bruxelles ha avuto alti e bassi. Al fronte dei rigoristi ho spiegato che il no metteva tutti a rischio”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

All’indomani dell’accordo tra il Governo italiano e la commissione Ue che ha evitato la procedura di infrazione, tocca al Senato, che prosegue l’esame della legge di bilancio, recepire le modifiche che l’Esecutivo introdurrà alla Manovra. Si va verso la richiesta di fiducia sul maxiemendamento che recepisce le proposte di governo e relatori. Il provvedimento dovrebbe arrivare in Aula intorno alle 17.



Ieri il capo dello Stato ha plaudito alla scelta del governo “di avviare un dialogo costruttivo con la commissione europea – che ha agito con spirito collaborativo – sulla manovra di bilancio per giungere a soluzioni condivise, raggiunte in questi giorni”.



In un’intervista al Corriere della Sera, il presidente del Consiglio ringrazia Mattarella e spiega: “Al fronte dei rigoristi ho spiegato che il no metteva tutti a rischio. La trattativa con Bruxelles ha avuto alti e bassi”. E sulle esuberanze dei suoi due vicepremier: “Toni meno dialettici avrebbero dato all’Italia quel 2,4% che ci eravamo prefissi all’inizio”.



E da Bruxelles hanno fatto sapere che la Commissione europea “continuerà a seguire l’andamento del bilancio in Italia, ed in particolare l’esecuzione del bilancio 2019, nel contesto del semestre europeo per il coordinamento delle politiche economiche”.



La trattativa con la Commissione europea, ha riferito ieri il premier Giuseppe Conte a Palazzo Madama, è stata “serrata, condotta con tenacia e determinazione e abbiamo raggiunto un punto di equilibrio sostenibile attestandoci su uno scostamento comunque superiore a quello previsto dalla Commissione Ue per chiudere la trattativa”.

Notizie correlate