Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri

Energia, Austria interessata al Nord Stream 2

Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio nazionale del paese Wolfgang Sobotka
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di Redazione

L’Austria è interessata alla costruzione del gasdotto Nord Stream 2, che contribuirà alla sicurezza energetica dell’UE, ha dichiarato il presidente del Consiglio nazionale del paese Wolfgang Sobotka. “Siamo interessati al progetto del gasdotto Nord Stream 2 per rafforzare la stabilità e la sicurezza dell’Unione europea”, ha detto Sobotka rivolgendosi alla Duma di Stato russa.

Nord Stream 2 è un’impresa comune della russa Gazprom con la francese Engie, l’austriaca OMV AG, la britannico-olandese Royal Dutch Shell e la tedesca Uniper e Wintershall. L’obiettivo è quello di fornire 55 miliardi di metri cubi (circa 2 trilioni di piedi cubi) di gas naturale russo all’anno all’Unione europea attraverso il Mar Baltico, bypassando l’Ucraina.Il progetto di gasdotto è stato accolto con favore da alcuni paesi europei e osteggiato da diversi altri, tra cui l’Ucraina, la Polonia e gli Stati baltici, mentre anche gli Stati Uniti hanno espresso la loro opposizione. 

Austria is interested in construction of the Nord Stream 2 gas pipeline, which will contribute to the EU energy security, President of the country’s National Council Wolfgang Sobotka said on Wednesday.”We are interested in the Nord Stream 2 gas pipeline project in order to boost stability and security of the European Union,” Sobotka said addressing the Russian State Duma.The Nord Stream 2 is a joint venture of Russia’s Gazprom with France’s Engie, Austria’s OMV AG, UK-Dutch Royal Dutch Shell, and Germany’s Uniper and Wintershall. It aims to deliver 55 billion cubic meters (some 2 trillion cubic feet) of Russian natural gas a year to the European Union through the Baltic Sea bypassing Ukraine.The pipeline project has been welcomed by some countries in Europe and opposed by a number of others, including Ukraine, Poland and the Baltic States, while the United States has also expressed its opposition.