Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri, Siria

Assad: Nostra resistenza e quella della Corea del Nord può cambiare l’equilibrio globale

Lo ha detto durante il suo incontro con il ministro degli esteri nordcoreano Ri Yong Ho, che si trova nel paese in visita ufficiale.
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino/Sputnik
di Redazione

L’equilibrio di potere nel mondo può cambiare a causa del fallimento delle politiche occidentali sulla Siria e la Corea del Nord, che hanno entrambi dimostrato grande resistenza in questo periodo. Lo ha detto il presidente siriano Bashar Assad. Assad ha fatto le osservazioni durante il suo incontro con il ministro degli esteri nordcoreano Ri Yong Ho, che si trova in Siria per una visita ufficiale.

”L’aggressione degli Stati Uniti contro gli Stati indipendenti non ha confini geografici. Le sconfitte dei progetti occidentali e la resistenza di Stati come la Siria e la Corea del Nord possono cambiare la scena internazionale e creare un nuovo equilibrio di potere”, ha detto Assad aggiungendo che la pressione dell’Occidente sulla Siria e la Corea del Nord mirava ad indebolirli a causa delle loro decisioni di agire indipendentemente dall’Occidente. Sia la Siria che la Corea del Nord sono considerate dai paesi occidentali come stati canaglia e quindi oggetto di sanzioni.

The balance of power in the world may change due to the failure of Western policies on Syria and North Korea, both of which have demonstrated great resilience during this time, Syrian President Bashar Assad said on Tuesday.Assad made the remarks during his meeting with North Korean Foreign Minister Ri Yong Ho, who is in Syria for an official visit.”US aggression against independent states has no geographic borders. The defeats of the Western projects and the stamina of such states as Syria and North Korea may change the international scene and create a new balance of power,” Assad said, as quoted by his press service.The Syrian president added that the West’s pressure on Syria and North Korea was aimed at weakening them because of their decisions to act independently from the West.Both Syria and North Korea are regarded by Western countries as rogue states and therefore targeted by sanctions.