Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Manovra

Salvini-Di Maio: Conte garante ideale con l’Ue

Governo e relatore hanno depositato un pacchetto di 54 emendamenti in commissione Bilancio. Testo in aula forse già mercoledì
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Approdo in Aula presumibilmente mercoledì prossimo per la manovra ma non sono da escludere tempi più lunghi tanto che il calendario di Montecitorio stima un possibile allungamento fino a venerdì. Per il momento governo e relatore hanno depositato un pacchetto di 54 emendamenti in commissione Bilancio rinviando gran parte dei nodi come pensioni d’oro e pacchetto famiglia al Senato. Niente anche su ‘quota 100’ e reddito di cittadinanza che invece dovrebbero essere contenuti in provvedimenti separati. Ci sono invece il raddoppio dal 20 al 40% del taglio dell’Imu sui capannoni e più fondi per ridurre le liste d’attesa nella sanità e per 4mila nuove assunzioni nei centri per l’impiego, la flat tax al 15% alle partite Iva non riconosciuta alle “persone fisiche. Ma la vera incognita è la risposta all’Europa che chiede di avvicinarsi al 2% di deficit – e di farlo entro il 19 dicembre giorno in cui deciderà la procedura di infrazione – con il premier Conte sempre più impegnato in una mediazione con Bruxelles anche durante il G20 argentino. Un ruolo che i due vicepremier gli hanno riconosciuto in una nota congiunta:

“Con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte il nostro Paese riesce sempre ad affermare le proprie posizioni e priorità, a testa alta e con determinazione. E’ successo in questi giorni al G20 di Buenos Aires, dove Conte ha sostenuto in maniera impeccabile le linee guida della nostra azione di Governo: l’impegno sull’ambiente che va protetto e tutelato, il tema della sostenibilità, la lotta senza quartiere alle diseguaglianze sociali tramite misure di equità e il progetto per il rilancio di una nuova stagione di crescita. Sono i temi che ci stanno a cuore e rispetto ai quali il Presidente Conte ci rappresenta nel migliore dei modi ai massimi livelli, di fronte ai leader di tutto il mondo – scrivono i due vicepremier -. Allo stesso modo il presidente del Consiglio – aggiungono i due vicepremier – si sta dimostrando il garante ideale per la nostra interlocuzione con l’Europa e vogliamo ringraziarlo perché porta avanti con grande determinazione lo spirito del Contratto di Governo. E’ cruciale in un momento così importante per il nostro Paese sapere di potersi affidare alle competenze e alle capacità di un presidente del Consiglio che, nell’interlocuzione con il presidente della Commissione europea Juncker e il Commissario Moscovici, sta spiegando in maniera encomiabile la dirompente portata delle scelte per il cambiamento”.

Per Di Maio e Salvini “Conte è la voce ideale dell’Italia in Europa rispetto ai contenuti di quel patto sociale con i cittadini a cui lavoriamo costantemente, superando le diverse sensibilità in nome dell’interesse degli italiani”.Conte “sta illustrando all’Europa le potenzialità dell’ampia agenda di riforme che riporterà il Paese a crescere, evitando il rischio di una terza recessione e aprendo all’Italia una prospettiva futura migliore. Le nostre misure rimettono in moto l’occupazione e la produttività, tendendo la mano a chi è rimasto indietro in questi anni di crisi, dando respiro ai consumi e guardando agli investimenti come trampolino fondamentale per la crescita nel lungo periodo”.”Conte – osservano Di Maio e Salvini – ha anche evidenziato puntualmente l’apertura del Governo a un dialogo franco e rispettoso con le Istituzioni europee, senza rinunce su quel patto con gli italiani fondato su equità sociale, lavoro, crescita e sviluppo sostenibile che costituisce la stella polare della nostra azione. L’Italia si sta rialzando e in tutti i tavoli, dall’Europa agli incontri con i maggiori partner internazionali, noi siamo nelle mani giuste, quelle del Presidente Conte”.