Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Caso Regeni

Di Maio: Spero in risposte altrimenti conseguenze su relazioni con Egitto

“Ma sono ancora legato all’impegno che ha preso il governo egiziano con noi per il periodo tra novembre e fine anno”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Su Giulio Regeni “in questi mesi il governo ha provato la strada del dialogo con uno Stato che deve darci risposte e non solo tramite le procure che ringrazio”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio a margine di un evento trasmesso su Facebook. “L’obiettivo, come ho detto durante la mia visita a settembre, è avere delle risposte in questo periodo se non dovessero arrivare” si potrebbero “compromettere tutti i rapporti”. “Se non arrivano risposte su Regeni questo governo ne trarrà le conseguenze che riguarderanno tutte le relazioni con l’Egitto. Ma sono ancora legato all’impegno che ha preso il governo egiziano con noi per il periodo tra novembre e fine anno”.

Sulla manovra, ha detto Di Maio “si va verso tre letture: la prima e la seconda ci saranno sicuramente modifiche. Il governo ha quindi tutto il tempo” per farle. “L’obiettivo è evitare la procedura di infrazione” europea. “Noi investiamo sulla crescita tutto quello che è stato messo in manovra poi c’è una trattativa in corso”. Ma si tratta di una “manovra espansiva da 37 miliardi che comincerà ad avere effetti tra oltre un mese. Gli attuali dati del pil sono dovuti alla manovra insipida di Gentiloni”.

Sul decreto sicurezza, ha detto il ministro pentastellato “che Fico non fosse d’accordo lo sapevamo, apprezzo che lo abbia detto dopo l’approvazione”.  Mentre “sulla questione dei lavoratori in nero di mia madre non credo si debbano attaccare le Iene ho conosciuto altri aspetti della mia famiglia che non conoscevo”.