Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Cronaca, Droga

Droga, 41 fermi in Puglia: Salvini esulta: “la giornata inizia bene”

L’operazione “Short message” ha portato in carcere per traffico di stupefacenti 30 persone mentre altre unidici sono agli arresti domiciliari
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

“La giornata comincia bene. Colpito duramente un clan delinquente di Terlizzi (Bari), con decine di arresti in Puglia per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio, estorsione, detenzione e porto illegale di armi. GRAZIE ai Carabinieri per la straordinaria operazione”. LO scrive nel proprio profilo Facebook, il vicempremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini. “Non è finita qui: alle 11 mi occuperò dei Casamonica, abbattendo una loro villa abusiva alla Romanina e, in questa settimana, ci sarà finalmente il via libera definitivo al Decreto Sicurezza e Immigrazione. Avanti così, la pacchia è finita!”. Il riferimento del leader della Lega è all’operazione “Short message” che ha visto il fermo di 41 persone (30 in carcere e 11 agli arresti domiciliari), mentre gli indagati sono 55.

L’inchiesta è andata avanti da ottobre 2015 a dicembre 2017, consentendo di documentare le  attività criminali di due distinte organizzazioni dedite al traffico  di stupefacenti. La prima era attiva nei territori di Tricase e Tiggiano (entrambi nel leccese), con ramificazioni a Brindisi e a Terlizzi nel barese. Il gruppo criminale gestiva la cocaina, l’eroina, la marijuana e l’hashish sulle piazze di spaccio di numerosi comuni  della provincia di Lecce. Sono stati  individuati i fiorenti canali di approvvigionamento riconducibili ad esponenti del clan Dello  Russo-Ficco di Terlizzi i quali, a loro volta, si rifornivano da
cittadini albanesi.

Notizie correlate