Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Politica

Migranti, Moavero: Global compact non sarà vincolante

fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di red/ala

Il Global compact, il patto globale sulle migrazioni delle Nazioni Unite, “non sarà giuridicamente vincolante. Nell’ambito dei negoziati che si sono  svolti in passato, l’Italia ha sempre tenuto presente l’elemento di arrivare a una condivisione di oneri nella gestione dei flussi e della cooperazione rafforzata con i paesi di origine e di transito”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi rispondendo ad un’interrogazione della deputata Giorgia Meloni al Question time.

“Il Global compact, che è un insieme di atti che vengono collegati alla Dichiarazione di New York sui migranti e i rifugiati del 2016, non sarà un atto giuridicamente vincolante – ha spiegato Moavero -. Nell’ambito dei negoziati che si sono sin qui svolti su questo atto, nei mesi e negli anni che ci precedono, l’Italia ha sempre tenuto presente l’elemento importante di arrivare a una condivisione di oneri nella gestione dei fenomeni migratori e a una cooperazione rafforzata con i Paesi di origine e di transito”.

Nel documento, ha sottolineato il ministro, “sono recepiti questi principi di responsabilità condivisa, principi di partenariato con i Paesi di origine e di transito e la necessità di contrasto ai trafficanti di esseri umani; c’è anche l’obbligo per gli Stati di origine di riammettere i propri cittadini”.

“Sono una serie di elementi che noi cerchiamo di portare avanti – ha continuato – , anche nell’ambito del confronto in sede di Unione europea. Per quanto riguarda l’orientamento circa questo accordo detto Global compact, ricordo che il Presidente del Consiglio aveva espresso un orientamento favorevole; in ogni caso avremo un approfondimento in sede di Governo, prima di procedere alla conclusione eventuale dell’accordo stesso, tenendo conto, anche, degli stimoli parlamentari”.