Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Campania, Cronaca

Napoli, “Il welfare non è un lusso”: Erminia racconta il percorso virtuoso di sua figlia

Le mamme in campo contro i tagli al terzo settore
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione Campania

“Un Paese che vuole essere definito civile non può abbandonare quei ragazzi che, malgrado le loro disabilità, dopo tanta fatica, mattone dopo mattone, sono riusciti a costruire un percorso virtuoso, positivo. Non ci distruggano cio’ che abbiamo costruito anche grazie all’intuito e alla professionalità degli operatori che ogni giorno accolgono i nostri figli e noi famiglie. Mia figlia? E’ un’artista”.

A parlare è Erminia, mamma di Alessandra, una ragazza di 40 anni a cui, quando ne aveva 18, hanno diagnosticato una grave forma di psicosi. “Abbiamo viaggiato tanto – ha raccontato questa mamma a Il Velino – Siamo stati a Firenze, a Trieste, a Roma, alla ricerca di un centro dove avrebbero seguito al meglio nostra figlia. Oltre alle difficoltà della malattia, questi ragazzi rifiutano le medicine. Poi ci sono gli effetti collaterali delle cure, che spesso portano scompensi. Poi grazie ad una conoscente trovammo il centro L’Aquilone (gestito da Gesco con la cooperativa Era). In quel centro, c’erano una psicologa, operatori di comunità e un assistente sociale. Frequentando altri ragazzi, seguita dallo staff, Alessandra è migliorata, arrivando addirittura a prendere le medicine da sola. Purtroppo, per cause esterne, siamo state trasferite in un altro centro, dove per fortuna ci sono alcuni operatori che lei già conosceva, una costante fondamentale affinchè  ragazzi, come mia figlia, possano sentirsi a proprio agio e continuare a migliorare”. Erminia, insieme a tante mamme e numerose associazioni, ha partecipato alla mobilitazione nazionale “Il welfare non è un lusso”, organizzata a Napoli il 7 novembre, da Tutti a Scuola, con il gruppo Gesco, Federconsumatori Campania, Legacoopsociali Campania, contro i tagli dei fondi destinati al welfare contenuti nell’ultima manovra economica del governo. “Vede la nostra storia ha dei risvolti positivi – ha sottolineato Erminia  – attraverso i laboratori che Alessandra ha frequentato e grazie all’intuito degli operatori mia figlia ha scoperto di avere una vera dote nel disegno. Spronata a fare di più, la sua vena artistica è esplosa. Ha iniziato con disegni coloratissimi su tela e dopo una collaborazione con gli altri ragazzi, che hanno creato per lei delle cornici, abbiamo organizzato una sua mostra al Pan di Napoli. Era così fiera di se’. Era felice, accoglieva lei i visitatori. E’ stata una straordinaria esperienza. Grazie agli operatori sociali, agli psicologi e ai tanti volontari, anche noi genitori scopriamo doti nascoste dei nostri figli, capacità che non riusciamo a vedere perché troppo presi a risolvere le mille difficoltà quotidiane”.