Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica

Spread a quota 321, Tria: non possiamo permettercelo a lungo

Il ministro dell’Economia: “è a un livello problematico per il sistema bancario, no per interessi sul debito”
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di redazione

Lo spread Btp-Bund chiude in rialzo a quota 321 punti base, con il rendimento dei decennali italiani al 3,60%. Un rialzo che impensierisce, non poco, il ministro dell’Economia, Giovanni Tria. “Non è febbre a 40 ma nemmeno a 37: è un livello che non possiamo mantenere molto a lungo, non tanto per l’impatto sugli interessi sul debito, ma perché pone un problema per il sistema bancario, per la parte più debole”. Piazza Affari conferma la previsione di Tria: la borsa italiana ha registrato i risultati peggiori in Europa con gli scambi condizionati dalle banche, appesantite dall’andamento del differenziale. Che invece non sembra impensierire il vicepremier Matteo Salvini, confortato, nonostante la “narrazione” catastrofica sullo spread, dai recenti risultati elettorali a Trento e Bolzano.

Notizie correlate