Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Politica, Mafia Capitale

Mafia Capitale, Stefano Bravo non conosceva nessuno dei personaggi coinvolti nell’inchiesta

Il commercialista di Roma è risultato totalmente estraneo ad ogni addebito a lui ascritto
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Di seguito la rettifica inviata dal sig. Stefano Bravo in relazione alla mediazione di cui al verbale del 30 maggio 2017 che prevedeva la pubblicazione di “(…) una rettifica in riferimento al comunicato stampa della deputata Giulia Grillo (Movimento 5 Stelle) del 17.12.2014, redatto con l’ausilio di un giornalista de “Il Velino” a fronte di rinuncia da parte mia di ogni azione sia in sede civile sia in sede penale. In ragione di quanto sopra sono, dunque, a chiedervi di adempiere a quanto verbalizzato in mediazione pubblicando il comunicato riportato di seguito, avuto riguardo anche del fatto che in data 11 settembre 2018 sono stato assolto da ogni addebito relativo alla vicenda definita “Mafia Capitale” con sentenza di  assoluzione, con formula piena, per non aver commesso il fatto da parte del Tribunale di Corte di Appello di Roma“.:

RICHIESTA DI RETTIFICA

Premessa: Con riferimento all’articolo pubblicato su www.ilvelino.it in data 17.12.2014 dal titolo “Mafia Capitale, M5S: vigileremo su questione Human Foundation”, in cui era riportato quanto affermato “dai deputati del Movimento 5 Stelle in Commissione Affari Sociali commentando la risposta ricevuta dal  Sottosegretario Franca Biondelli, durante l’interrogazione in sede referente, presentato dalla deputata Giulia Grillo, che affermava ‘La vicenda di Stefano Bravo, tra i fondatori della Human Foundation e ritenuto dagli inquirenti il commercialista della cupola criminale che trasferiva illegalmente i guadagni illeciti all’estero, merita un’analisi rigorosa. In ragione del fatto anche che Bravo aveva costanti contatti con Luca Odevaine, membro della commissione del Viminale che si occupa di immigrazione e già consigliere di Giovanna Melandri, quando era ministro dei Beni Culturali’ … omissis”

si procede alla seguente precisazione e rettifica :

Stefano Bravo, commercialista di Roma,  non conosceva nessuno dei personaggi coinvolti nell’inchiesta di  “Mafia Capitale” e non trasferiva all’estero a nessun titolo e per nessuno capitali all’estero. Conosceva Luca Odevaine del quale era, esclusivamente per le attività professionali e gli adempimenti di legge, il commercialista. Per quanto riguarda l’accusa di riciclaggio, di cui agli atti di inchiesta ai quali faceva riferimento l’articolo in parola, il Bravo è stato archiviato in fase di indagini preliminari, con provvedimento del Tribunale Ordinario di Roma, in data  06 febbraio 2017, Giudice per le Indagini Preliminari, dott.ssa Flavia Costantini.
Stefano Bravo, inoltre, dopo aver subito ingiustamente una custodia cautelare per oltre un anno, con conseguente deterioramento dei rapporti familiari e umani, nonché danni patrimoniali e professionali,  è risultato totalmente estraneo ad ogni addebito a lui ascritto relativo al processo definito “Mafia Capitale”, dove era imputato per concorso in  corruzione con Luca Odevaine più altri. Il tutto  confermato dalla sentenza di  assoluzione, con formula piena, per non aver commesso il fatto da parte della Corte di Appello di Roma – III Sezione Penale, in data 11 settembre 2018.

Notizie correlate