Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Economia, Economia

Def, risoluzione maggioranza: quota 100 e reddito cittadinanza

Nel  testo presentato al Senato ci sono anche il taglio del cuneo fiscale per l'assunzione dei giovani e la flat tax al 15% per  liberi professionisti e artigiani
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di Redazione

Camera e Senato hanno approvato la risoluzione di maggioranza alla Nota di aggiornamento al Def, secondo cui il deficit salirà al 2,4% nel 2019, per poi scendere al 2,1% nel 2020 e all’1,8% nel 2021. La maggioranza chiede al governo di introdurre la quota 100 per le pensioni , avviare il reddito di cittadinanza e la pensione di Cittadinanza e riformare i centri per l’impiego. Il testo prevede anche il contrasto al calo demografico e al cosiddetto  fenomeno delle ‘culle vuote’, il taglio del cuneo fiscale per l’assunzione dei giovani, la flat tax al 15% su liberi professionisti e artigiani, il regime speciale per nuove partite iva e start up aperte dagli under 35, la cedolare secca sugli affitti anche per locali commerciali, l’Ires al 15% su utili reinvestiti. La maggioranza impegna il governo anche rivedere “l’attuale modello di difesa riducendo le spese militari, razionalizzando i sistemi di difesa, a esclusione dei settori di ricerca ad alto contenuto tecnologico e di utilizzo duale, anche per scopi civili, salvaguardando i livelli occupazionali”. Nella risoluzione c’è poi “l’implementazione in tempi rapidi della Banca per gli investimenti, anche prevedendo un coinvolgimento di Banca d’Italia e Cassa Depositi e prestiti, anche al fine di gestire ed erogare direttamente incentivi e finanziamenti all’economia reale”. Infine, la maggioranza chiede al governo di continuare nel percorso sul referendum per l’autonomia delle regioni Veneto e Lombardia.

Notizie correlate