Did you know we have an international section? Click here to read our news in your english!
X

Accedi

Esteri, Governo

Conte accolto in Etiopia dal premier Abiy Ahmed. Domani sarà in Eritrea

Missione di due giorni del premier italiano nei paesi sub-sahariani che lo scorso 16 settembre hanno firmato a Jeddah uno storico accordo di pace dopo 20 anni di conflitto
fonte: AGV - Agenzia Giornalistica il Velino
di red/ped

Giuseppe Conte è arrivato nel pomeriggio all’Aeroporto internazionale di Bole, ad Addis Abeba, per una missione che vedrà il presidente del Consiglio italiano impegnato in visita di due giorni in Etiopia ed Eritrea. L’agenda del premier italiano è fitta di appuntamenti istituzionali: prima un incontro bilaterale con il Primo Ministro d’Etiopia, Abiy Ahmed, allargato in seguito alle delegazioni, e poi un incontro con il Vice Presidente della Commissione dell’Unione Africana, Kwesi Quartey, presso la Sede dell’Unione Africana, hanno caratterizzato le prime ore di Conte nella capitale africana. Successivamente il primo ministro ha incontrato nella sede dell’Ambasciata la comunità italiana. In chiusura di giornata Conte sarà ospite della cena ufficiale organizzata in suo onore dalle autorità locali. Venerdì il premier italiano visiterà un progetto in settore calzaturiero e del pellame finanziato dalla cooperazione italiana per poi muoversi verso lo stabilimento della IVECO/AMCE.

Il legame tra i due paesi è forte, sia economicamente che storicamente. L’Etiopia è un partner prioritario dell’Italia e dell’Unione europea in Africa sub-sahariana, un punto di riferimento essenziale per la stabilità di una regione che ha rapporti di lungo corso con il nostro Paese e che riveste oggi un ruolo cruciale per la sicurezza internazionale. Domani Conte volerà in Eritrea dove  incontrerà il presidente eritreo Isaias Afewerki. I due paesi africani hanno da poco  siglato uno storico accordo di pace che ha chiuso un capitolo di una guerra scoppiata nel 1998 e, malgrado il cessate il fuoco del 2000, mai realmente finita fino allo storico incontro del 16 settembre scorso di Jeddah tra il  premier etiope Abiy Ahmed e il presidente eritreo Isaias Afwerki hanno posto fine al conflitto. Anche per questo Conte ha voluto visitare i due paesi durante la stessa missione. Nel paese è presente una comunità di operatori di antico stabilimento che hanno fortemente contribuito allo sviluppo economico del Paese e le cui origini risalgono al periodo coloniale. Un secondo gruppo di imprenditori, invece, è impegnato nel settore tessile del trading e delle costruzioni.

Notizie correlate